Domenica, 21 Luglio 2019

Back TECNOLOGIA Categorie Applicativi Google Plus: le Evoluzioni di un Social Network Che Non Convince

Google Plus: le Evoluzioni di un Social Network Che Non Convince


google plus, social network,

La sfida tra Google Plus e Facebook nell’insidioso terreno dei social network è iniziata da un bel pezzo. Solo ora, però, sta assumendo le sembianze di una sfida dai toni accesi, digitalmente ‘violenti’. La lotta sta producendo molti cambiamenti nel web, che non sempre vanno nella giusta direzione. Vincere la sfida vuol dire imporre un interesse particolare dei due contendenti. Ciò non è quello di cui ha bisogno la rete. Insomma, cosa sta succedendo? Semplicemente Google ha capito che il suo Google Plus non può competere con Facebook se rimane un semplice social network. La piattaforma della società di Mountain View, nonostante un buon numero di iscritti, è poco frequentata: gli utenti trascorrono in media tre minuti al mese. Nulla, se confrontati con i 400 minuti al mese del social di Mark Zuckerberg.

E allora i dirigenti e gli strateghi di Google hanno pensato a una soluzione; efficace forse ma ben poco liberale: mettere Google Plus ovunque. In parole povere, esso fungerà da ‘catalizzatore’ per ogni funzione di Google. Ciò si traduce in un altro cambiamento: ignorare Google Plus equivarrà a subire delle penalizzazioni.

Ciò è risultato palese a partire dai primi di maggio. La casa di Mountain View ha inaugurato questo sistema con Google News. Adesso, gli articoli non avranno speranza di entrare nel gota delle notizie se non recheranno il celebre +1. Molti blogger si sono lamentati di questo, perché penalizza articoli magari dall’ottimo contenuto solo perché i suoi lettori, o l’autore stesso, non possiedono Google Plus. Le critiche sono arrivate a pioggia, anche perché tutto ciò è sintomo di incoerenza: Google insiste da tempo – solo a parole o con poco più – con la necessità di premiare i contenuti piuttosto che le semplice ‘mosse da Seo’, cosa nettamente in contraddizione con la strategia scelta per il suo canale di notizie.
Un altro servizio di Google che subirà l’invasione di Google Plus è Gmail. D’ora in poi gli utenti potranno ricevere direttamente nella casella di posta l’avviso delle notifiche avvenute sul social network. Non solo, potranno persino interagire con esse dalla stessa mail, magari mettendo un +1 ai commenti.
La strategia di Google rivela una certa volontà di differenziazione. Larry Page e compagnia bella hanno capito che Google Plus non potrà mai essere come Facebook e infatti stanno calcando strade diverse. Ecco cosa ne pensa Fabio Deotto di Panorama: “Nonostante tra i 100 milioni di utenti registrati ben pochi utilizzino frequentemente il social network, Google continua a battere il ferro tiepido di Google Plus, nella speranza di trasformarlo in uno strumento irrinunciabile. Per come si sta articolando, pare che il destino della goffa creatura social di Mountain View sia quello di perdere ogni pretesa di centralità per trasformarsi in un collante per l’universo di servizi Google”.
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed