Lunedi, 18 Novembre 2019

Back TECNOLOGIA Categorie Applicativi E-Shopping: Sempre Più Realistico Grazie Alle Nuove Tecnologie

E-Shopping: Sempre Più Realistico Grazie Alle Nuove Tecnologie


e-shopping, e-commerce, tecnologie future

L’e-commerce sta prendendo sempre più piede in Italia, complice la crisi economica che pare essere una delle ragioni che spinge gli acquirenti a cercare online offerte più vantaggiose. Ma sicuramente esistono ancora dei limiti e per alcuni è difficile abbandonare la sicurezza di un capo toccato con mano e provato in camerino. Ma la tecnologia del futuro (non troppo lontano) promette di superare anche questo gap e di trasformare l’e-shopping in un’esperienza sensoriale completa e realistica.
Il trend è quello del negozio interattivo dove il cliente non si limita a cliccare sulla merce ma diventa protagonista attivo in maniera ludica e coinvolgente.
E un concetto di experience economy ampio: si parte dalla vetrina interattiva che coinvolge i passanti invogliandoli ad entrare (come avviene ad esempio nel nuovo Disney Store di Milano) e si arriva alla rappresentazione telematica di negozi virtuali più accoglienti degli originali.  

E anche all’interno ogni reparto è organizzato in maniera intelligente. Ad esempio nei negozi per articoli sportivi del gruppo Running Lab è possibile testare le proprie capacità facendo jogging sul tapis roulant virtuale. E per essere sicuri di non sbagliare numero di scarpe basta sottoporsi ad uno scanning 3D del piede.
Pensate ad un negozio di moda in cui, sfiorando l’immagine di un campione di tessuto si riesca, tramite sensore Rfid, a percepire la sensazione tattile realisticamente offerta (e si possa così confezionare la propria camicia).

Gli abitanti di Seul possono visitare gli scaffali del Tesco virtualmente dal proprio smartphone e farsi recapitare la spesa la sera a casa. Basta cliccare su un prodotto per visualizzarne tutte le informazioni. Si può fare spesa con il touchscreen o attivando i comandi vocali.
Queste ed altre le soluzioni proposte dall'Accenture Customer Innovation Network (Acin) di Milano, centro di sviluppo proiettato all'innovazione, soprattutto nel settore della moda e dell'alimentare.
Ma la tecnologia non aiuta solo il cliente: per i negozianti rappresenta un modo pratico per conteggiare la merce. Sensori di calore inoltre sono in grado di misurare l’affluenza della clientela. Il sistema di eye-tracking, seguendo la traiettoria dello sguardo dei clienti, permette di individuare i prodotti che suscitano maggiore interesse.
La pubblicità che riconosce il cliente, fantasticata in Minority Report, potrebbe non essere poi così futuristica.
 
RISORSE:


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed