Venerdi, 22 Giugno 2018

Back TECNOLOGIA Categorie Applicativi In Italia il 35% Degli Under 16 Che Accede a Facebook ha un Profilo con un Basso Livello di Privacy

In Italia il 35% Degli Under 16 Che Accede a Facebook ha un Profilo con un Basso Livello di Privacy


privacy2104.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Secondo l'ultima Indagine Conoscitiva sulla Condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza in Italia, realizzata da Telefono Azzurro e Eurispes, la crisi ha aggravato i conflitti familiari e sempre più ragazzi si rifugiano in rete e tra i videogames. Il vero fenomeno della rete di questi ultimi anni è rappresentato dai social network che hanno conquistato larga parte dei navigatori italiani e con questi anche ragazzi e adolescenti.
A fare i conti ci ha pensato Eu Kids online, il progetto di ricerca Finanziato dal Safer Internet Programme della Commissione Europea, secondo cui il 74% dei ragazzi italiani tra i 13 e i 16 anni e il 34% di quelli tra i 9 e i 12 anni ha registrato un profilo su uno dei social network più famosi. Questi dati derivano da un sondaggio commissionato dalla Commissione Europea e condotto su 25 mila bambini e ragazzi in 25 paesi europei.
Dall'indagine “Social Networking, age in privacySocial
Networking, age in privacy” emerge che in Italia le percentuali di accesso ai social network sono più basse della media Europea, secondo cui il 77% dei ragazzi europei tra i 13 e i 16 e il 38% dei bambini tra i 9 e i 12 anni ha un profilo registrato su questi siti.
In Europa social network fa rima con Facebook, visto che il 57% dei ragazzi europei tra i 9-16 anni lo utilizza come social network principale o esclusivo. In Italia questa percentuale diviene quasi assoluta con il 94% dei ragazzi che accedono ai social network che utilizza Facebook, quota seconda solamente a quella di Cipro (98%). Guardando invece la totalità dei ragazzi tra i 9 e i 16 anni, in Italia oltre la metà ha un profilo su Facebook (il 53%), soprattutto nella fascia d'età 13-16 (70%) piuttosto che 9-12 (32%).
Per quanto riguarda i limiti d'età dei vari siti di social network (SNS) in Europa il 27% dei ragazzi tra i 9 e 12 anni mostra un dato di età incorretto, contro il 10% di quelli della fascia d'età 13-16. In Italia dove Facebook ha come limite di età per la registrazione i 13 anni, circa il 39% dei ragazzi tra i 9 e 12 anni mostra un dato di età incorretto per aggirare la restrizione.
Secondo Eurokids online, in Europa quasi un terzo dei genitori dei bambini intervistati (il 32%) sostiene che il proprio figlio non ha il permesso di avere un profilo sui social network. Un quinto dice che i propri figli possono accedere solo sotto supervisione, mentre il rimanente 48% non pone limitazioni di sorta. In Italia il 41% dei genitori vieta l'accesso ai social network ai propri figli, mentre una percentuale analoga non pone limiti. Il rimanente 18% delle famiglie dichiara che i figli possono accedere solo sotto supervisione.
Ma qual è il livello di privacy settato dai giovani ragazzi sui social network e quanti possiedo le competenze per poter modificare tali parametri?
Inoltre più di un quarto dei ragazzi tra i 9 e i 16 anni (il 27%) ha il proprio profilo sui social network settato come pubblico, il 28% dei ragazzi tra i 9 e 12 anni e il 25% dei ragazzi tra i 13 e i 16 anni.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



In Italia la situazione è ancora più grave visto che oltre un terzo dei ragazzi tra i 9 e i 16 anni (il 35%) ha un profilo su Facebook con un basso livello di privacy, quasi 4 ragazzi su 10 della fascia di età tra i 9 e 12 anni e il 34% dei ragazzi tra i 13 e i 16 anni.
Questo dato è molto preoccupante perchè espone i ragazzi a potenziali rischi (es di stalking e adescamento), soprattutto in ragione del fatto che molti non sanno modificare le impostazioni di privacy o bloccare un utente indesiderato.
Non esiste un dato specifico per Paese, ma nella media Europea solo il 56% dei ragazzi tra gli 11 e i 12 anni è in grado di modificare le opzioni di privacy e il 61% sa come bloccare un altro utente. Percentuali più elevate si riscontrano per i ragazzi tra i 13 e i 16 anni, ma che in ogni caso non superano l'81% del totale degli utenti di questa fascia di età che accedono ai social network. Secondo il vicepresidente della Commissione europea responsabile dell'agenda digitale, Neelie Kroes, per queste ragioni tutti i gestori di siti di social networking dovrebbero aumentare automaticamente il livello di privacy dei profili dei loro utenti minorenni, rendendoli accessibili soltanto a una cerchia di persone stabilita dagli utenti stessi ed escludendoli dai motori di ricerca online.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

CREDIT
cristinacosta
cristinacosta by flickr



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed