Martedi, 12 Novembre 2019

Back ECONOMIA Categorie Carburanti PREZZO CARBURANTI IN DISCESA MA NON TROPPO:I CONSUMATORI CONTENTI A METÀ

PREZZO CARBURANTI IN DISCESA MA NON TROPPO:I CONSUMATORI CONTENTI A METÀ


carobenzina.gif
Prezzo Carburanti In Discesa ma non Troppo, Consumatori Contenti a metà | Associazioni | Benzina | Gasolio |

I prezzi della benzina stanno finalmente calando. I tanto auspicati tagli, chiesti a gran voce da tutte le associazioni dei consumatori, sono arrivati: certo, non nella misura preventivata, ma è già un buon segnale. Sicuramente inferiori alle attese delle associazioni dei consumatori quindi, ma Agip ha dato il via ad una serie di ribassi sul prezzo della benzina: il prezzo è calato di 2,5 centesimi, arrivando a 1,319 euro per ciascun litro. L'intervento di Agip è stato considerato positivo da parte di Federconsumatori e Adusbef, che fanno notare come si tratti di un buon inizio, anche se c'è ancora molto da fare e, soprattutto, il prezzo della benzina deve ancora diminuire, perché l'adeguamento non è ancora sufficiente. Proprio quest'ultima frase è stata motivata in modo molto dettagliato da parte delle due associazioni che proteggono e difendono i diritti dei consumatori: in base alle stime dell'Osservatorio per il calcolo della doppia velocità che è stato istituito dall'associazione Federconsumatori, al prezzo della benzina dovrebbe essere applicato un'ulteriore adeguamento. Secondo le previsioni dell'Osservatorio, infatti, stando agli attuali valori del petrolio, anch'essi diminuiti, il prezzo della benzina dovrebbe scendere ancora di 4,5 centesimi, per ovviare, finalmente, ad un surplus che gli italiani devono pagare ormai da parecchi anni: abbassare ulteriormente il prezzo della benzina arriverebbe a compensare i 6-7 centesimi che le famiglie del nostro paese devono pagare in più.

gommadiretto.it


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Proprio per questo motivo, se non si interviene, gli italiani dovrebbero continuare a pagare una “tassa maggiorata” di oltre 72 euro ogni anno per quanto riguarda i costi diretti e circa 56 euro di costi indiretti. Infine, ribadiscono Federconsumatori e Adusbef, serve una misura forte per la ripresa del settore: è necessaria l'intera liberalizzazione della rete di distribuzione, anche mediante vendere tramite la grande distribuzione. In questo modo si potrebbero ottenere ulteriori risparmi per oltre 8-9 centesimi per ciascun litro di benzina.

 

RISORSE:

[Via: FederconsumatoriFederconsumatori]


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed