Venerdi, 24 Gennaio 2020

Back ECONOMIA Categorie Case ed Immobili IMMOBILI: IN FRENATA LA COMPRAVENDITA DI UNITÀ RESIDENZIALI, SOPRATTUTTO AL SUD E NEI COMUNI MINORI

IMMOBILI: IN FRENATA LA COMPRAVENDITA DI UNITÀ RESIDENZIALI, SOPRATTUTTO AL SUD E NEI COMUNI MINORI


mutuomps.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Nei giorni scorsi abbiamo presentato i risultati di un sondaggio realizzato da Banca d'Italia e Tecnoborse, sull'andamento del mercato immobiliare nel terzo trimestre 2010, sulla base delle transazioni intermediate dalle Agenzie immobiliare. I risultati segnalavano un cauto ottimismo da parte degli agenti sulla base dell'aumento degli incarichi a vendere e della stabilizzazione dei prezzi. Per definire meglio un quadro d'insieme sul mercato immobiliare nel trimestre, oggi presenteremo i dati di sintesi raccolti e diffusi dall'Agenzia del Territorio sull'andamento dei volumi delle compravendite effettuate in Italia.
Secondo i dati elaborati dall'Osservatorio del mercato immobiliare, nel terzo trimestre 2010, si è registrata una flessione delle compravendite in controtendenza con i segnali positivi registrati negli scorsi trimestri. Nel l'ultimo trimestre, infatti, il tasso tendenziale del volume totale di compravendite (sullo stesso trimestre dello scorso anno) è stato pari al -2,4%, mentre nei due trimestri precedenti era stato positivo e pari rispettivamente al 3,4% e al 2,4%.


IL SETTORE RESIDENZIALE
il settore residenziale ha fatto registrare un calo del 2,7% su base annua, a fronte di un incremento nei primi due trimestre del 4,3% e del 4,5%. Secondo l'Agenzia del Territorio ciò è imputabile dall'andamento dei Comuni non capoluoghi e delle regioni del Sud, infatti, nei Comuni capoluoghi e nel centro-nord la crescita permane, anche se ad un tasso inferiore rispetto ai trimestri precedenti. Nello specifico al Nord il settore residenziale risulta in crescita del 2,6%, il Centro del 1%, mentre al Sud il tasso tendenziale di variazione è stata pari al -13,8%. Dato quest'ultimo in antitesi ai dati dei precedenti due trimestri (+6,9% e +4,2%). Il settore conferma un trend migliore per i capoluoghi che crescono nel terzo trimestre del 4,9%, mentre si registra una contrazione del 5,8% per i comuni Minori.
A livello geografico solo al Nord crescono le compravendite sia nei capoluoghi (+7,9%) che nei comuni minori (+0,7%). Al Centro crescono le compravendite nei capoluoghi (+9,0%), mentre i comuni non capoluogo perdono il 4,6%. Al Sud, invece il mercato è in perdita sia nei capoluoghi (-5,6%), sia nei comuni minori (-16,4%).
Nelle otto principali città italiane e si registra un tasso medio tendenziale annuo in crescita del 7,8%, mentre i volumi delle rispettive provincie risultano stabili (+0,2%). Il mercato immobiliare risulta “fortemente” in crescita (su base annua) a Milano e Roma, dove il tasso tendenziale è pari rispettivamente al +19,7% e al +13,9%. Anche le rispettive provincie fanno registrare valori positivi con Milano a +8,3% e Roma a +1%. dall'altra parte decisamente negative risultano le variazioni dei volumi di compravendita di Firenze e Palermo rispettivamente pari a -7,4% e -10,6%, e nelle relative provincie, -4,7% e -21%. Anche Torino, sia in città sia in provincia, mostra un dato tendenziale negativo, rispettivamente pari a-2,3% e a -1,8%.



COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



IL SETTORE TERZIARIO, COMMERCIALE E PRODUTTIVO
Il settore terziario mostra nel terzo trimestre un tasso tendenziale negativo del 3%, che segue la flessione del settore già registrata negli altri due trimestri. La contrazione risulta maggiore al Sud(-11,6%), rispetto al Nord (-1,7%), mentre al Centro le compravendita crescono del 3%.
Nel settore commerciale si aggrava nel terzo trimestre la diminuzione delle compravendite che fa registrare una frenata del 10%, a fronte di risultati negativi anche nei precedenti trimestre, sebbene di misura inferiore (-0,5% ; -4,3%). La flessione va attribuita principalmente alle regioni del Centro e del Sud, mentre al Nord la perdita è più contenuta (+5,0%)
Anche il settore produttivo peggiora il dato negativo dei primi due trimestri con un tasso tendenziale negativo del 16,9%. Molto elevate le flessioni al Centro (-28,2%) e al Sud (-27,4%), mentre minore risulta la perdita del mercato al Nord (-11,5%), dove peraltro si concentrano oltre il 70% delle compravendite.

  [Via: Agenzia del TerritorioAgenzia del Territorio ]


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

468x60_spesa

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Mutui

mutui

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed