Martedi, 23 Luglio 2019

Back ECONOMIA Categorie Case ed Immobili Immobili: un Quarto Del Valore Delle Abitazioni è in Mano al 5% Dei Proprietari Più Ricchi

Immobili: un Quarto Del Valore Delle Abitazioni è in Mano al 5% Dei Proprietari Più Ricchi


mutuocasamoney1102.gif

Un quarto del valore totale delle abitazioni in Italia è in mano al 5% dei proprietari più ricchi, mentre la metà dei più poveri possiede solo il 18,7% del valore complessivo. É questa una delle informazioni contenute nella terza edizione del rapporto “Gli immobili in Italia”, realizzato dall'Agenzia del Territorio, in collaborazione con il Dipartimento delle Finanze e la Sogei.
I dati fanno riferimento all'anno fiscale 2009 e testimoniano un aumento del valore della ricchezza del settore residenziale che passa dai 6244 miliardi di euro della scorsa rilevazione ai 6335 dell'edizione 2011 del rapporto (+1,45%). Tale valore che supera di 4 volte il Pil nazionale è per oltre il 90% riconducibile alle persone fisiche (5.721 miliardi), mentre la parte rimanente fa riferimento ad Enti e società. In generale gli immobili censiti risultano essere circa 59 milioni, per una rendita catastale attribuita di circa 33,5 miliardi di euro.
Per quanto riguarda le famiglie, il rapporto evidenzia che il 79,1% dei nuclei familiari è proprietario dell'abitazione in cui risiede, valore in crescita di 5 punti percentuali rispetto alla rilevazione del rapporto 2010. La percentuale più alta di famiglie proprietarie si riscontra al Sud con l'85% dei nuclei familiari che risulta proprietario dell'abitazione in cui risiede, segue il Centro con il 79% e Nord con il 75,6%. Che la casa sia un bene difficilmente accessibile da parte dei giovani è testimoniato dal fatto che solo il 4% degli under 30 ha un immobile intestato.
Per quanto riguarda il mercato degli affitti, il rapporto evidenzia che solo il 9,6% degli immobili di proprietà delle persone fisiche risulta locato, un dato in calo rispetto al 10% dello scorso anno, pari a circa 140 mila unità abitative in meno. In aumento invece gli immobili a disposizione che passano dal 10% rilevato nel 2008 all'11,6% del 2009. In generale, sono quasi 2,6 milioni le abitazioni in affitto, mentre sono 4,5 milioni le persone fisiche titolari di un contratto di affitto. 


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Una differenza che può essere spiegata in larga parte con l'alto livello di evasione che riguarda il settore immobiliare e che probabilmente andrà a calare nei prossimi rapporti, visto l'attività di regolarizzazione delle case fantasma messa in atto dall'Agenzia del Territorio. Ricordiamo, in proposito che da poco più di un mese sono entrate in vigore le sanzioni previste dal decreto sul federalismo municipale per chi affitta in nero e che prevedono per l'inquilino un taglio del canone medio del 70% per 4 anni.
Nel presentare il rapporto il Direttore Generale delle Finanze, Gabriella Alemanno ha messo in evidenza come questo studio: “incida in modo significativo sul miglioramento dell’informazione economica relativa al mercato immobiliare” e come: “il lavoro svolto dall’Agenzia del Territorio si muova nella prospettiva di una integrazione tra le banche dati attraverso l’attivazione dell’Anagrafe Immobiliare Integrata e nel creare servizi funzionali ad una maggiore fruibilità”.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Mutui

mutui

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed