Domenica, 21 Ottobre 2018

Back Case ed Immobili Ricchezza: Gli Italiani Sono I Più Ricchi D'Europa Se Consideriamo Anche Il Patrimonio Immobiliare

Ricchezza: Gli Italiani Sono I Più Ricchi D'Europa Se Consideriamo Anche Il Patrimonio Immobiliare


ricchezza immobiliare, patrimonio

Abbiamo visto ieri che secondo il Global Wealth Report, redatto dal Credit Suisse Research, quasi il 40% della ricchezza mondiale è in mano a meno dell'1% della popolazione. Oggi vogliamo concentrarci, sempre basandoci sui dati del rapporto dell'istituto di credito svizzero, sulla ricchezza immobiliare posseduta nel mondo. Andando ad analizzare i dati si scopre che il nostro Paese con un tasso di proprietà immobiliare che supera l'80% (il 79,1% secondo l'Agenzia del Territorio), è superato solamente da Norvegia, Ungheria e Romania, in quanto ad immobili in mano alle famiglie.

Questo dato porta la ricchezza media pro capite italiana pari a 211 mila dollari (immobile compreso) e pari a 260 mila dollari se si considerano solo gli adulti con più di 20 anni. Per cui complessivamente, considerando la popolazione pari a 60 milioni di abitanti, la ricchezza totale arriva alla cifra di 12,7 trilioni di dollari, più del doppio rispetto ai 5,5 registrati nel 2000. Questo valore si avvicina molto in termini assoluti ai valori di Germania (13,4 trilioni di dollari) e Francia (14 trilioni di dollari), ma se si scompone il dato a livello pro capite si ottiene che l'Italia ha un valore di ricchezza maggiore sia di Regno Unito (197 mila dollari), sia di Canada (190 mila), sia di Stati Uniti (181mila), che di Germania (163 mila dollari) e Spagna (104 mila dollari).

Il tutto ragionando per valori aggregati, perchè come ricorda proprio l'Agenzia del Territorio un quarto del valore delle abitazioni è in mano al 5% dei proprietari più ricchi.
Tornando al rapporto, Credit Suisse spiega che, in Italia, la ricchezza legata agli immobili rappresenta i tre quinti della ricchezza totale, e nell'ultimo decennio, la percentuale di italiani che ha asset non finanziari (per lo più immobili) è salita dal 52,7% al 62,2%.
Staccandosi un po' dal tema immobiliare, il rapporto sottolinea che in Italia risiede l'8% di coloro che hanno ricchezze superiori a 100 mila dollari, contro il 7% di regno Unito e Germania e il 6% della Francia, mentre il 5% ha ricchezza complessive pari al milione di dollari, un punto percentuale in meno che nel Regno unito e in Germania. In queste particolari classifiche di super ricchi a farla da padrone sono sempre Giappone e Usa dove risiedono rispettivamente il 16% e il 21% di chi ha una ricchezza superiore ai 100 mila dollari, e l'11% e il 34% di chi possiede più di un milione di dollari.
L'Italia spiega il rapporto eccelle anche nella classifica dei debiti delle famiglie, avendo il più basso livello di indebitamento medio per adulto tra i Paesi del G7 con 24 mila dollari, contro i 33mila dei tedeschi, i 41mila dei francesi, gli 88mila degli irlandesi, i 54mila degli inglesi, i 60mila di canadesi e 59mila degli americani.
Il problema italiano rimane il fatto che la ricchezza è troppo concentrata con il 10% delle famiglie detiene il 45% del valore prodotto.
 
468x60_spesa

RISORSE:

Valore Conto 468 x 60

CREDIT
. SantiMB .. SantiMB . by flickr



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Mutui

mutui

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed