Lunedi, 20 Gennaio 2020

Back ECONOMIA Categorie Consumatori CRIMINALITÀ E SICUREZZA: NEGLI ULTIMI 20 ANNI IL NUMERO DI OMICIDI VOLONTARI È CALATO DI UN TERZO

CRIMINALITÀ E SICUREZZA: NEGLI ULTIMI 20 ANNI IL NUMERO DI OMICIDI VOLONTARI È CALATO DI UN TERZO


omicidi1802.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Secondo l'ultima indagine sulla sicurezza dell'Istat, nel biennio 2008-2009, il 5,7% dei cittadini è stato vittima di reati violenti o scippi. Ma qual è il livello di sicurezza in Italia per quanto riguarda un reato grave come l'omicidio, anche in rapporto al panorama Europeo?
Per quanto riguarda gli omicidi volontari consumati, in Italia si è assistito ad una riduzione di questo genere di reato del 31,9% dal 1991 al 2008. In concreto si è passati da 1.916 omicidi volontari commessi nel 1991 (3,38 per 100 mila abitanti) ai 611 omicidi volontari registrati dalle forze di polizia nel 2008 (1,02 per 100 mila abitanti). A questa diminuzione generale si accompagna anche un calo degli omicidi di tipo mafioso, la cui quota è passata dal 37,5% del totale del 1991 al 14,4% del 2008.
Contestualmente si assiste anche ad una diminuzione del numero degli omicidi tentati che sono passati dai 3,87 per 100 mila abitanti del 1991 (1621 in valore assoluto) ai 2,71 per 100 mila abitanti del 1998 (265 in valore assoluto).
Nel confronto Europeo l'Italia si colloca al 20° posto su 27 Paesi Ue per numero di omicidi volontari ogni 100 mila abitanti (dati 2008). Il valore medio Ue è di 1,3, mentre ai primi posti di queste triste classifica troviamo la Lituania con 9 omicidi ogni 100 mila abitanti, l'Estonia con 6,3 e la Lettonia con 5,2. I tre stati più sicuri d''Europa invece sono Slovenia (0,5 omicidi ogni 100 mila abitanti), Austria (0,6) e Germania (0,8).
A livello territoriale la zona a più alto tasso di omicidi volontari consumati è il Mezzogiorno con 1,54 omicidi ogni 100 mila abitanti, seguito dal centro con 0,83 dal Nord-ovest con 0,81 e dal Nord-est con 0,57. La regione con il numero più alto di omicidi ogni 100 mila abitanti è la Calabria con 3,78, seguita dalla Sardegna con 1,92 e dalla Campania con 1,91.

 


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Viceversa le regioni più sicure d'Italia per quanto riguarda gli assassinii sono il Trentino Alto Adige (0,20), l'Abruzzo (0,23) e le Marche (o,26)
Anche sul fronte degli omicidi tentati, la zona più a rischio risulta il Mezzogiorno con 3,81 omicidi ogni 100 mila abitanti, segue il Nord-ovest con 2,33, il Centro con 2,22 e il Nord-est con 1,71. La media italiana in questo caso risulta essere pari a 2,71 omicidi tentati per 100 mila abitanti.
La Calabria si conferma la regione con più alto tasso di omicidi tentati con 6,57 tentativi per 100 mila abitanti, seguita dalla Campania con 4,16 e dalla Sardegna con 3,78. Singolare da questo punto di vista che la Sicilia che presenta un numero di omicidi volontari registrati sotto la media italiana (0,97, al pari della Toscana) risulta invece la quarta regione italiana per numero di omicidi tentati (3,34). Dall'altra parte le regioni più sicure risultano il Molise con 0,94 omicidi tentati ogni 100 mila abitanti, seguito dal Friuli Venezia Giulia (1,06) e dalle Marche (1,28).

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

CREDIT
Nukamari
Nukamari
by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed