Venerdi, 22 Giugno 2018

Back ECONOMIA Categorie Consumatori I COSTI PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI SONO IN CONTINUO AUMENTO SPECIE DOVE IL SERVIZIO È SCADENTE

I COSTI PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI SONO IN CONTINUO AUMENTO SPECIE DOVE IL SERVIZIO È SCADENTE


rifiutinapoli2112.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

In Italia la gestione dei rifiuti meno funziona e più la si paga. Questo in sintesi il messaggio dell'annuale dossier rifiuti realizzato dall'Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva che ha confrontato il costo che una famiglia tipo di tre persone con reddito lordo complessivo di 44.200€ ed una casa di 100 metri quadri deve sostenere annualmente per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, nelle varie città italiane. L'indagine che ha coinvolto tutti i capoluoghi di provincia nel 2009 ha messo in luce profonde differenze a livello territoriale.
In media in un anno il costo sostenuto dalla famiglia tipo per i rifiuti urbani è stato di 233 euro, con un aumento del 4,5% rispetto all'anno precedente (2008). In cinque capoluoghi di provincia si sono registrati aumenti record , con in testa Napoli (+60,1%), Seguita da Reggio Calabria (+57,4%), Benevento (+44%), Trapani (+34,7%) e Pescara (+21,3%), mentre in altre nove città gli incrementi hanno superato il 10%. Secondo dati Istat nell'ultimi dieci anni l'incremento registrato delle tariffe dei rifiuti è stato del 61%.
A Napoli la spesa annua per lo smaltimento dei rifiuti solidi ammonta a 453 euro (con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti), quasi il quadruplo della città meno cara d'Italia, Isernia. Dei dieci capoluoghi con le tariffe più alte, otto sono al sud, una al Centro (Roma, 4° con 398 euro) e una al nord ( Trieste 10° con 309 euro). La regione più cara risulta essere la Campania, con una media di 346 euro l'anno, mentre quella più economica il Molise con 131 euro. Differenze rilevanti però sono riscontrabili anche all'interno della stessa Regione, come in Lombardia dove la Tarsu a Milano costa 262 euro mentre a Cremona 139 euro, o in Sicilia dove la Tarsu pagata a Siracusa (407 euro) supera di 165 euro quella pagata a Caltanisetta (241,5 euro). O ancora in Campania dove la differenza della Tarsu pagata ad Avellino e Napoli ammonta a 262 euro, con in pratica una famiglia Napoletana che paga per i rifiuti quanto una di Milano e una di Avellino messe assieme.

 


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Tra le città meno care d'Italia, dietro ad Isernia troviamo Matera con 125 euro, Brescia con 128 euro, Campobasso e Cremona con 139 euro.
Nel rapporto Cittadinanzattiva segnala anche come a distanza di 13 anni da quanto è stata introdotta la Tariffa di Igiene Ambientale (TIA) col decreto Ronchi, sono solo il 45% dei capoluoghi di provincia ad averla adottata mentre la rimanente parte è rimasta legata alla Tarsu (Tassa smaltimento rifiuti solidi urbani).
Il vicesegretario generale di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso, ha sottolineato come In Italia nonostante non aumenti la quantità di rifiuti né quella del servizio, le famiglie continuino a pagare tariffe salate. Soprattutto in alcune zone del Sud dove il reddito pro-capite è più basso. É emblematico poi che in alcune zone dove il servizio è palesemente inefficiente i costi sopportati dalle famiglie siano sempre maggiori. Cittadinanzattiva ritiene perciò necessario l'istituzione di una indipendente Autorità di regolamentazione e controllo, oltre che un maggiore e convinto coinvolgimento dei cittadini e delle Associazioni che ne tutelano i diritti, nella valutazione del servizio.

[Via: CittadinanzattivaCittadinanzattiva ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente ..lord Alessandro Zarcone
..lord Alessandro Zarcone di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed