Lunedi, 18 Novembre 2019

Back ECONOMIA Categorie Consumatori OSSERVATORIO E-COMMERCE B2B: LE VENDITE ONLINE CRESCONO DEL 14% IN ITALIA, RAGGIUNTO L'1% DEL RETAIL

OSSERVATORIO E-COMMERCE B2B: LE VENDITE ONLINE CRESCONO DEL 14% IN ITALIA, RAGGIUNTO L'1% DEL RETAIL


europaelettronibigli1709.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

L’Osservatorio e-commerce B2C promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano ha evidenziato come il commercio elettronico sia in costante crescita in Italia, a dispetto della crisi.
Il numero degli e-commerce italiani, infatti, sarebbe aumentato notevolmente, al punto che numerose aziende si sono del tutto trasferite online, chiudendo i negozi tradizionali ed occupandosi esclusivamente della vendita dei prodotti in rete, con gli evidenti risparmi che ne conseguono. La crescita del commercio elettronico in Italia infatti è in forte antitesi con la situazione economica generale, che vede quasi tutti i settori in difficoltà economica dovuta al calo dei consumi. Nel 2010, la School of Management del Politecnico di Milano ha stimato un trend positivo pari al 14%, corrispondente ad un business complessivo di 6,5 miliardi di euro e superiore al trend registrato in altri paesi quali la Germania, che ha invece registrato un +12%, e gli Stati Uniti, con un +8%.
Il commercio online in Italia ha superato la soglia dell'1% rispetto al totale delle vendite retail. Un risultato molto importante ma ancora molto lontano dalle percentuali registrati in paesi come il Regno Unito (10%), Germania (7%) e Francia (5%). Differenze che secondo il responsabile dell’Osservatorio Business to Consumer di Netcomm, Alessandro Perrego, dipendono dal fatto che alcuni ambiti merceologici come il grocery, i prodotti per la casa, l'arredamento, il fai da te, non sono presenti negli e commerce italiani.
Tornando al commercio online in Italia si registra una particolare caratteristica, ovvero cresce maggiormente la vendita di servizi che di prodotti, rispettivamente con un trend del +15% e del +13%.
I consumatori che acquistano online nel nostro paese avrebbero speso in rete una cifra pari a circa 800-900 euro annui, un livello comunque più basso rispetto ad altri paesi oltremanica dove le spese attraverso e-commerce raggiungono i 1.400 euro annui per cittadino.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Quanto ai settori che maggiormente hanno usufruito di questa evidente crescita del commercio elettronico, al primo posto vi è sicuramente la vendita di abbigliamento, con un trend pari al +43%, a seguire generi alimentari (+19%), polizze assicurative (+18%), prodotti di tecnologia (+11%). Il settore principe resta tuttavia quello del turismo il cui business è sempre più legato alle vendite online (52% sul totale). Seguono l'informatica e l'elettronica di consumo al 10%, le assicurazioni al 9%, l'abbigliamento al 7%, il settore dell'editoria, della musica e degli audiovisivi al 3%, e in ultimo il settore “grocery” con l'1%.
Sembra dunque finalmente superato, almeno in buona parte, lo scetticismo di molte persone nel procedere ad acquisti online. Gli stessi ricercatori ipotizzano che l’e-commerce possa esser cresciuto in maniera così importante anche grazie alla capillare diffusione dei social network, i quali hanno avvicinato al mondo del web persone che avevano ben poca dimestichezza con gli strumenti informatici.
In chiusura ricordiamo che una recente elaborazione della Camera di commercio di Milano ha sottolineato come le imprese attive in Italia nel settore della vendita online siano aumentate nell'ultimo anno del 25%.

   


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed