Sabato, 18 Gennaio 2020

Back ECONOMIA Categorie Consumatori Vendite Al Dettaglio: Continuano a Diminuire Soprattutto Nella Grande Distribuzione

Vendite Al Dettaglio: Continuano a Diminuire Soprattutto Nella Grande Distribuzione


vendite al dettaglio, consumi, carrello della spesa

Istat ha pubblicato i dati relativi all’indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio, un valore che incorpora sia la dinamica dei prezzi che quella delle quantità.
In riferimento al mese di maggio 2011, questo indice risulta esser diminuito rispetto al mese precedente del -0,1%; si è registrata una diminuzione della medesima entità anche nel confronto tra la media del trimestre marzo maggio 2011 ed il trimestre precedente. Paragonando i dati relativi a maggio 2011 con quelli del medesimo mese del 2010, si è registrato un calo del -0,6%, da distinguere nel -0,5% per quanto riguarda i prodotti alimentari e nel -0,8% dei beni non alimentari.
Il calo su base annua ha riguardato principalmente la grande distribuzione, con -2,1%, al contrario le imprese operanti su piccole superfici hanno registrato un lieve aumento: +0,2%.

Precisamente, la grande distribuzione ha subito un calo su base annua pari al -0,8% per quanto riguarda i prodotti alimentari, mentre nel settore dei generi non alimentari la diminuzione è stata pari a -3,1. Le imprese operanti su piccole superfici invece hanno fatto registrare aumenti sia per quanto riguarda i generi alimentari (+0,3%) che nel settore dei generi non alimentari (+0,2%).
Nel confronto tra il mese di maggio 2011 ed il maggio 2010, i cali hanno riguardato principalmente gli esercizi non specializzati (-2,4%), mentre i valori degli esercizi specializzati sono rimasti stabili.

Per quanto riguarda i primi, hanno registrato dei cali piuttosto evidenti gli ipermercati (-6,1%), ovvero i punti vendita con superfici superiori a 2.500 metri quadrati articolarti in reparti; sono rimasti stabili invece supermercati e discount di alimentari.
I valori delle vendite dei prodotti non alimentari evidenziano variazioni positive solo per pochi tipi di prodotti, tra cui “utensileria per la casa e ferramenta” con +1,6% e “prodotti farmaceutici” con +0,6%. I cali più netti riguardano, invece “elettrodomestici, radio, tv e registratori” con -4,7% e “supporti magnetici e strumenti musicali” con -4,5%.
Gli indici delle vendite al dettaglio, dunque, fanno registrare delle diminuzioni in diversi settori, un valore certamente emblematico anche per quanto riguarda i consumi degli italiani, che stentano a riprendere, e che come abbiamo visto nei giorni scorsi sono legati principalmente a spese incomprimibili .


I COMMENTI DEI CONSUMATORI
Per il segretario generale Adiconsum, Pietro Giordano. “Urgono vere liberalizzazioni. La rinascita del Paese non può passare attraverso il taglio ai redditi dei lavoratori dipendenti e pensionati e la salvaguardia delle caste dei politici e degli ordini professionali". Il calo delle vendite al dettaglio testimonia che si è di fronte a un'economia stagnante, argomenta Adiconsum, che considera "indispensabile una grande stagione di liberalizzazioni, dagli ordini professionali all'energia, passando anche dal taglio dei costi della Politica e da una seria lotta all'evasione fiscale ”.
A preoccupare maggiormente Federconsumatori e Adusbef è invece la caduta dei consumi nel settore alimentare, un settore assai delicato per il benessere delle famiglie e che : “quando intaccato negativamente dimostra le serietà e la profondità della crisi!"
Per l'Adoc il calo alimentari è conseguenza diretta del caro carburanti . Il presidente dell'associazione, Carlo Pileri, ha sottolineato che : “ Il calo delle vendite è preoccupante, un'ulteriore conferma della condizione critica dei consumatori e dell'economia italiana”
 

 
Valore Conto 468 x 60

RISORSE:

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed