Giovedi, 5 Dicembre 2019

Back CREDITO Categorie Credito BANCHE: L'ANTITRUST ABBASSA LE COMMISSIONI PER BANCOMAT, PAGOBANCOMAT, RID E RIBA

BANCHE: L'ANTITRUST ABBASSA LE COMMISSIONI PER BANCOMAT, PAGOBANCOMAT, RID E RIBA


antitrusbancomatcomm0610.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Buone notizie in arrivo per i consumatori sul fronte delle commissioni interbancarie. L'antitrust infatti ha, infatti, accettato e reso vincolanti gli impegni presentati da Abi e Consorzio Bancomat al termine di due distinte istruttorie, avviate per verificare l'esistenza di accordi lesivi della concorrenza. Gli effetti di questi impegni riguarderanno la riduzione per le commissioni interbancarie sul Pagobancomat, Bancomat, RID (ad esempio domiciliazione delle bollette) e RiBa (pagamenti con ricevuta elettronica). Si tratta di commissioni che costituiscono un costo nei rapporti tra banche che dunque possono incidere sulle condizioni economiche praticate dalle singole banche alla clientela finale. Ed anche un elemento di concorrenza tra gli stessi istituti.
Le nuove commissioni sono state determinate, sottolinea l'Antitrust, applicando il principio di efficienza economica e rappresentano livelli che non potranno essere modificati in aumento. A tal proposito l'Authority ha dichiarato che provvederà ad effettuare un costante monitoraggio alla luce delle evoluzioni concorrenziali e delle normative europee.
Vediamo come cambiano le quatto commissioni.

  • la commissione interbancaria PagoBancomat scende di oltre il 4% sul valore della transazione media, per effetto degli impegni presentati dal Consorzio Bancomat (la componente fissa della commissione interbancaria si riduce da 0,13 a 0,12 euro per ogni operazione). Il Consorzio si è impegnato a rivedere la commissione alla luce dei principi che emergeranno dagli studi in corso di svolgimento da parte della Commissione Europea e dell'Eurosistema.

  • la commissione per i prelievi presso gli sportelli Bancomat si riduce del 3,4% (dal 0,58 a 0,56 euro);

  • la commissione interbancaria RID viene tagliata di oltre un terzo (36%), scendendo a 0,16 euro. A partire dal 1° novembre 2012, la commissione interbancaria sul RID sarà azzerata, in linea con l’evoluzione europea, salvo per la parte relativa al servizio di allineamento elettronico archivi (pari a 0,071 euro). 

  • La commissione per il RID veloce scende da 0,35 a 0,26 euro a operazione

  •  la commissione RiBa per disposizione di incasso viene ridotta di quasi il 20%, da 0,57 a 0,46 euro.


LE REAZIONI DEI CONSUMATORI
Positive le reazioni delle principali associazioni dei consumatori al comunicato Antitrust.
Adusbef, Federconsumatori e Movimento ConsumatoriAdusbef,
Federconsumatori e Movimento Consumatori sottolineano positivamente l'azione dell'Antitrust, chiedendosi (retoricamente) però, se sia mai possibile che, senza un intervento dell'Authority non si possa aspirare a rapporti chiari e limpidi, che non siano tesi solamente a lucrare a danno della clientela finale.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Le associazioni denotano una mancanza da parte delle banche di autocontrollo e autoregolamentazione improntati alla correttezza ed alla trasparenza. In chiusura il comunicato delle associazioni sottolinea che all'Antitrust dovrebbero spettare maggiori poteri, anche di carattere sanzionatorio.
Più critico il CodaconsCodacons, secondo il quale i tagli alle commissioni interbancarie non porteranno ad alcun vantaggio in favore degli utenti.
L'associazione ritiene, infatti, che difficilmente le banche trasferiranno i tagli sui correntisti, e anche qualora decidessero di farlo, compenserebbero le riduzioni introducendo nuovi balzelli a carico dei consumatori o rincarando quelli già esistenti. Il Codacons risulta però più critico nei confronti del sistema bancario in generale, piuttosto che verso l'azione dell'Antitrust. Il comunicato dell'associazione ricorda, in chiusura, che proprio recentemente gli istituti di credito hanno introdotto nuovi balzelli e aumentato il costo di alcune commissioni, che comporteranno (nel 2011) una spesa ulteriore di 28 euro per ogni famiglia
.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:


 

CREDIT
Si ringrazia l'utente Daniel GasienicaDaniel
Gasienica di flickr per l'immagine



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed