Lunedi, 22 Ottobre 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie EcoCar Batterie con Grafene: Più Leggere, Più Potenti e Meno Costose

Batterie con Grafene: Più Leggere, Più Potenti e Meno Costose


batterie litio, grafene, auto elettriche

Ci siamo spesso occupati della necessità di aumentare l'efficienza e la capacità delle batterie elettriche sia in riferimento allo sviluppo delle auto elettriche, sia per ciò che riguarda i sistemi di stoccaggio di energia ad esempio prodotta da fonti rinnovabili. Si tratta di un settore molto interessante e sul quale si sta svolgendo molta ricerca. Qualche tempo fa avevamo presentato il progetto “ Battery500 Project”, a cui sta lavorando IBM da tre anni e che si propone di portare l'autonomia delle auto elettriche a 500 con una singola carica con delle particolari batterie litio aria.
La soluzione di cui vogliamo parlare oggi ha anch'essa radici lontani e può vantare nel suo team di sviluppo anche due fisici vincitori di un premio Nobel nel 2010 (Andre Geim e Konstantin Novoselov). E come quella sviluppata da IBM potrebbe presto cambiare il futuro delle auto elettriche e degli accumulatori di energia.

Infatti, la California Lithium Battery, azienda specializzata nella produzione di batterie al litio ha affermato di essere giunta, grazie alla tecnologia messa a punto nel centro d ricerca Argonne national Laboratory ad una batteria con prestazioni strabilianti, rispetto a quelle attualmente in commercio.

La batteria in oggetto è agli ioni di litio, ma utilizza al posto dell'anodo in grafite, un composto sintetico, il carburo di silicio, che se trattato con il grafene potrebbe (anzi nei laboratori Calbattery ne sono convinti) acquisire una grande stabilità e una capacità doppia rispetto alla grafite. Il carburo di silicio era stato già utilizzato in passato e scartato per la sua inaffidabilità, ma il trattamento con il grafene avrebbe mutato radicalmente le carte in tavola. Infatti, questa nuova soluzione, permette una riduzione del 16% del peso delle batterie o un aumento della capacità di una percentuale analoga. Inoltre, Phil Roberts, CEO di CalBattery, sostiene che tale processo triplicherà il ciclo di vita delle batterie e porterà ad una riduzione del costo fino al 70%.
Ma non è finita qui, infatti, CalBattery è convinta che con il supporto dell' Argonne national Laboratory con il quale hanno stipulato un accordo di licenza esclusiva su questa tecnologia, si potrà arrivare ad una riduzione del peso del 50% o a capacità doppie delle batterie.
Lo sbocco ufficiale di questa nuova tecnologia sono gli accumulatori di energia e le batterie delle auto elettriche, che dovrebbero fare il proprio debutto sul mercato entro il 2014, ma se tutto dovesse funzionare come previsto non è escluso che anche i nostri dispositivi tecnologici potrebbero beneficiare di questa soluzione. Avremmo perciò queste nuove batterie anche sui notebook, smartphone e tablet (e la cosa sarebbe particolarmente apprezzata). Non ci resta che aspettare ed attendere.
 
Valore Conto 468 x 60
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed