Mercoledi, 20 Giugno 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News Risparmio Energetico: Luci Spente Nelle Strade Meno Trafficate?

Risparmio Energetico: Luci Spente Nelle Strade Meno Trafficate?


Autostrada, illuminazione, risparmio energetico

La sicurezza stradale è fondamentale e purtroppo casi di incidenti evitabili ci invitano a riflettere sul numero di tratti pericolosi non sufficientemente illuminati. Ma c’è anche l’altra faccia della medaglia: quante strade periferiche e poco trafficate nelle ore notturne sono eccessivamente illuminate? Quanta energia si spreca contribuendo al cosiddetto inquinamento luminoso?
E’ questo lo spunto di riflessione che ha ispirato un nuovo esperimento messo in atto nel Regno Unito: il governo inglese ha infatti reso noto l’intenzione di depotenziare l’illuminazione (o addirittura eliminarla del tutto) in alcune strade considerate di classe A, ovvero qualificabili come dorsali e strade intermedie. Si tratta di migliaia di km di asfalto.
Il piano di risparmio energetico e di emissioni di CO2, rilasciato dall’Agenzia Highway ha già al momento coinvolto 80 chilometri di rete autostradale.

L’idea ha trovato il convinto sostegno del ministro dei trasporti Norman Baker, ovviamente con la premessa di non incidere in alcun modo sul discorso sicurezza stradale. Come ha infatti sottolineato . Nigel Parry della Institution of Lighting Professionals la riduzione o l’abolizione dell’illuminazione sarebbe limitata alle ore della sera e della notte nelle strade meno trafficate in modo da escludere “effetti collaterali” dal punto di vista della sicurezza stradale.

Un’altra critica riguarda invece il problema della criminalità: il buio, secondo alcuni pareri, potrebbe infatti favorire il proliferare di attività illecite. 
Ovviamente il progetto, nato per questioni ecologiche, ha anche un risvolto economico. Non a caso, infatti, i primi passi verso questa soluzione i comuni inglesi li hanno mossi nel 2012, a seguito dei forti tagli imposti dal governo Cameron. 
In Italia non si è ancora parlato in maniera ufficiale di progetti simili (anche se alcuni comuni attuano questa soluzione) e senza dubbio eventuali proposte in questo senso farebbero nascere gli stessi dubbi e polemiche. Senza dubbio potrebbe essere utile la collaborazione della popolazione locale per censire le strade dove una riduzione dei costi potrebbe applicarsi senza effetti sulla sicurezza. Un’altra idea potrebbe essere quella di posizionare sensori intelligenti all’inizio della strada per regolare l’intensità dell’illuminazione in base al numero di veicoli circolanti (un po’ come avviene per il rosso dei semafori in nord Europa).
 
Attivati subito
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


CREDIT

Chris-Håvard BergeChris-Håvard Berge by flickr
 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed