Domenica, 19 Agosto 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News TERRACYCLE: L'ATTIVITÀ SOCIALE DI RECUPERO DEI RIFIUTI CHE UNISCE BUSINESS AD ECOSOSTENIBILITÀ

TERRACYCLE: L'ATTIVITÀ SOCIALE DI RECUPERO DEI RIFIUTI CHE UNISCE BUSINESS AD ECOSOSTENIBILITÀ


terracycle040810.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Terracycle: l'Attività Sociale di Recupero dei Rifiuti che Unisce Business ad Ecosostenibilità | Raccolta Differenziata | Riciclo |

Abbiamo visto nelle scorse settimane come, secondo l'indagine di Last Minute Market, in Italia si sprechi ogni anno una quantità di cibo tale da poter sfamare un Paese come la Spagna. Un tale ammontare di cibo sprecato si traduce in una grande quantità di rifiuti da gestire e richiede sempre più risorse alle amministrazioni. Nonostante l'Istat certifichi che la gestione globale dei rifiuti in Italia stia migliorando, il livello di raccolta differenziata risulta ancora basso (30,4% di quella totale).
La gestione dei rifiuti, siano essi di origine alimentare o di altro tipo, rappresenta sempre di più una sfida per il modo di vivere occidentale, che dovrebbe da un lato ripensare ai propri modelli di consumo e dall'altro pensare a qualche modalità per elevare l'efficienza e la sostenibilità del sistema.
Chi ha sicuramente avuto una buona idea nel settore, trasformando, è il caso di dirlo, rifiuti in oro è stato sicuramente Tom Szaky, che con il suo amico Jon Beye ha fondato in America un'attività, di cui presto sentiremo parlare anche da noi.
Si tratta di Terracycle, un'impresa attiva dal 2001, che sostanzialmente raccoglie spazzatura, la ricicla in prodotti dal valore economico e la “vende” agli utenti, il tutto condito con un buon spirito imprenditoriale e utilizzando le potenzialità virali di internet. Il progetto attualmente prevede diverse soluzioni per i vari tipi di rifiuti. In origine però l'idea di Terracycle prevedeva che la spazzatura organica raccolta venisse “affidata” a dei vermi, dai quali escrementi poi veniva ottenuto un fertilizzante per giardini. Il fertilizzante veniva) imbottigliato in contenitori provenienti da campagne di recupero a basso costo. In queste campagne, note in America con il termine “cash for trash” gli utenti vengono remunerati per fornire materiali usati utili per il recupero (ad esempio le bottiglie di plastica). Allo stesso modo anche le casse per imballare i prodotti venivano recuperate a basso costo dagli scarti industriali di altre aziende che non le utilizzavano più. L'idea è piaciuta molto e ha portato Terracycle a raggiungere in cinque anni un milione di dollari di vendite. Col tempo poi il recupero dei rifiuti ha portato l'azienda ad espandersi anche in altri campi, come l'oggettistica per ufficio o per la scuola, le borse, i giocattoli, gli articoli per la casa ect ect. Attualmente sono ben 186 i prodotti presenti nel catalogo di Terracycle tutti provenienti da rifiuti.
Materia prima che non manca di certo, grazia anche ad accordi con colossi come Coca Cola e Kraft e all'affetto degli utenti che non mancano di inviare all'azienda tonnellate di rifuti Si parla di 10mila scatoloni al giorno.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


Il contributo degli utenti è molto importante soprattutto grazie ad un organizzazione territoriale (le brigate della spazzatura) che permette di gestire l'ammontare di rifiuti. La spedizione dei rifiuti all'azienda è poi gratuita per gli utenti, rendendo più semplice il contributo al progetto. Insomma si tratta di una soluzione assolutamente innovativa, non per niente il fondatore ha ricevuto il premio di miglior amministratore  sotto i 30 anni (CEO Under Thirty) stilata da Inc., mettendo dietro di sé il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg. Oltre al modello di business molto convincente, con materie prime a basso costo e una forte base sociale di audience, vanno sottolineati anche i risvolti ecologici dell'iniziativa. Stando ai numeri pubblicati sul sito sito sono ben 10 milioni e 600 mila gli iscritti alle brigate della spazzatura e più di 1 miliardo e 800 milioni i singoli rifiuti raccolti. Bacino di utenti che potrebbe aumentare grazia al contributo di noi italiani. Infatti, stando alle notizie che trapelano da Wired Italia (che ha intervistato il fondatore Tom Szaky) Terracycle potrebbe presto sbarcare nel Belpaese grazie a degli accordi con un noto produttore di caffè italiano
   


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 


CREDIT

Si ringrazia l'utente hahatangohahatango di flickr per l'immagine




blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed