Mercoledi, 26 Settembre 2018

Back Famiglia Adolescenti Italiani Sempre Più Pigri e Tecnologici

Adolescenti Italiani Sempre Più Pigri e Tecnologici


adolescenti, pigri, sport

Gli adolescenti italiani sono sempre più pigri e tecnologici, amano tv e pc, specie i social network e Facebook. É questo il quadro tracciato dalla quindicesima edizione dell'indagine “Abitudini e Stili di Vita degli Adolescenti” realizzata dalla Società Italiana di Pediatria su un campione di 2081 studenti della terza media.
Dai risultati è emerso che il 60% degli adolescenti italiani trascorre seduto tra le dieci e le 11 ore al giorno, 4 delle quali (circa) passate sui banchi di scuola, mentre le rimanenti sono il risultato della somma del tempo trascorso davanti a Tv e Pc ( dalle 3 alle 4 ore), di quello impiegato per fare i compiti ( un'ora e mezza) e di quello dedicato a pranzo e cena (un'altra ora e mezza).

La percentuale di adolescenti che guarda la televisione per più di tre ore al giorno ha raggiunto il 17,3% del campione (valore più alto degli ultimi anni), quota di poco superiore a quella di chi passa più di tre ore davanti al PC o su internet (17%). Il Pc sembra diventato il miglior amico degli adolescenti italiani, tanto che il 45% dichiara di passarci da una a tre ore al giorno.

Ne consegue che il tempo da dedicare allo sport e alle altre attività ricreative si riduce. Il 40% dei ragazzi e il 44% delle ragazzi non pratica alcuna attività sportiva o lo fa per meno di due ore alla settimana, escludendo dal calcolo le ore di educazione fisica previste dall'orario scolastico. Il dato purtroppo è allarmante perchè dalla sedentarietà derivano problemi quali l'obesità e il rischio di sviluppare fattori predisponenti a malattie cardiovascolari degenerative in età adulta o da anziano. Non aiuta a risolvere il problema nemmeno il fatto che sia l'auto il mezzo di trasporto più utilizzato per andare a scuola.
Il tempo passato sul Pc e su internet viene speso sui social network, Facebook in particolare con 8 tredicenni su 10 che dichiarano di avere un profilo sul più famoso social network del mondo. Non tutti però sono preparati adeguatamente a stare sui social network, dove si sta trasferendo il bullismo classico. Secondo l'indagine il 54% del campione ha assistito qualche volta o spesso a episodi di bullismo dal vivo, un dato significativo, ma in netto calo rispetto al 61,5% dello scorso anno e al 75% del 2008. Il bullismo, infatti, si sta tramutando sempre di più in Cyberbullismo, con il 43% degli adolescenti che dichiara di aver assistito a persecuzioni, offese e molestie fatte in rete, specie sui social network. Questa forma di bullismo, paradossalmente, sta prendendo sempre più piede per il fatto che può essere più facilmente nascosta agli adulti per il fatto che i giovani hanno maggiori competenze informatiche rispetto ai genitori.
 
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
 


CREDIT
Zoë CampbellZoë Campbell by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed