Mercoledi, 20 Giugno 2018

Back Famiglia Guida Per Difendersi Dal Freddo

Guida Per Difendersi Dal Freddo


freddo, salute, guida,

Le eccezionali ondate di freddo intenso che stanno colpendo l'Italia in questi giorni oltre a produrre notevoli disagi hanno anche provocato diversi problemi alla salute dei cittadini e purtroppo qualche decesso. La situazione è seria e potrebbe presto aggravarsi, qualora la morsa di gelo non dovesse allentarsi, mettendo ancora più a rischio la salute dei cittadini. Tra le possibili conseguenze di queste basse temperature, oltre all'incremento dei sintomi influenzali si possono registrare anche recrudescenze della sintomatologia di malattie croniche dell'apparato respiratorio, cardiovascolare e muscolo scheletrico, fin anche situazioni di ipotermia ed assideramento. Per cercare di limitare al minimo le conseguenze negative di questa condizione climatica avversa, le istituzioni e le autorità si sono attivate per mettere in atto misure di sorveglianza e prevenzione e per dare qualche consiglio utile ai cittadini. Vediamo che si può fare per resistere al meglio e senza rischi a queste ondate di freddo.

I SOGGETTI PIÙ A RISCHIO
Tra i soggetti più a rischio si evidenziano quelle categorie di persone che risultano più vulnerabili al rischio di infezioni e quelli troppo esposti alle basse temperature. Tra questi si individuano i neonati e gli anziani che, per ragioni diverse manifestano una minore risposta del sistema di termoregolazione. Inoltre gli anziani hanno una ridotta percezione del freddo e sono, specie se affetti da deficit fisici o psichici meno in grado di gestire il riscaldamento domestico e di adottare comportamenti adeguati. A rischio sono anche i malati cronici che a causa del freddo possono incorrere in un peggioramento delle patologie di cui soffrono, così come le persone con deficit motori e i senzatetto (specie se alcolisti) perchè hanno scarse possibilità di difendersi dal freddo.


CONSIGLI PER QUANDO SI STA IN CASA
La temperatura deve essere regolata in un range di valori compreso tra 19 e 22 gradi, mentre l'umidità relativa deve essere compresa tra il 40 e il 50%. Si deve evitare che l'aria interna diventi troppo secca, specie se in presenza di persone affetta da malattie respiratorie e asma, umidificandola e arieggiando periodicamente gli ambienti. Per evitare dispersioni di calore è consigliato anche l'utilizzo di nastri o materiali isolanti per ridurre gli spifferi, provenienti magari da porte e finestre.
L'areazione della casa si rende necessaria soprattutto per evitare situazioni di intossicazione da monossido di carbonio, qualora la caldaia non funzioni correttamente, così come in caso di utilizzo di stufe a legna o camini. Per evitare dispersioni di calore è consigliato inoltre mantenere chiusi i locali inutilizzati.

 

CONSIGLI PER QUANDO SI È FUORI CASA
Se possibile si dovrebbe evitare di uscire nelle ore più fredde della giornata, come al mattino presto o la sera tardi. É necessario uscire con un abbigliamento adeguato che comprenda oltre ad un giubbotto pesante (o soprabito) anche guanti, cappello e sciarpa (soprattutto in caso di vento). É inoltre consigliato l'utilizzo di protettori per le labbra e di creme idratanti per le mani. Gli anziani e le persone malate dovrebbero uscire il meno possibile mentre se le condizioni meteorologiche non sono particolarmente avverse è possibile effettuare attività fisica all'aperto, senza esagerare.
Chiunque debba viaggiare in macchina soprattutto per viaggi lunghi deve prima informarsi delle condizioni meteo e della viabilità, accertandosi che l'auto sia in perfette condizioni. É consigliato inoltre avere una buona dose di carburante nel serbatoio e la presenza di catene a bordo. Tra i consigli utili vi è anche quello di portare con sé alimenti e acqua, coperte ed eventuali medicine che si assumono abitualmente.


COSA MANGIARE QUANDO FA FREDDO
Si consiglia l'assunzione di pasti e bevande calde per meglio soddisfare le richieste metaboliche per la produzione di una quota maggiore di calore interno.
In caso di freddo intenso è necessario aumentare la dose giornaliera di liquidi, arrivando ad almeno 2 litri (salvo diverso parere medio). É consigliata inoltre l'assunzione di bevande calde come tè e tisane e di spremute di arancia. É importante poi assumere pasti a base di frutta e verdura che contengono vitamine e sali minerali che costituiscono una buona difesa interna dai pericoli del freddo. Vanno bene poi tutti gli alimenti contenenti vitamina E ed il beta carotene. La dieta dovrebbe comprendere alimenti come pasta con i legumi o con verdure, brodo caldo, latte e miele, carne e pesce, salvo diverso parere medico o patologie. Infine è sconsigliata l'assunzione di alcol e di super alcolici perchè possono causare un'eccessiva dispersione del calore prodotto dal corpo e favorire l'ipotermia.

Attivati subito

RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


CREDIT
*Kicki**Kicki* by flickr
 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed