Venerdi, 24 Gennaio 2020

Back ECONOMIA Categorie Famiglia Manovra Finanziaria: gli Effetti Sui Redditi Delle Famiglie Dei Tagli Lineari Alle Agevolazioni

Manovra Finanziaria: gli Effetti Sui Redditi Delle Famiglie Dei Tagli Lineari Alle Agevolazioni


bankitaliacasapoverta.gif

É stata pubblicata oggi in gazzetta ufficiale la manovra finanziaria per il periodo 2011-2014, dopo un iter ultra rapido di approvazione da parte del Parlamento. Una delle novità introdotte durante l'iter parlamentare, per riuscire a centrare il pareggio di bilancio nel 2014, prevede, all'articolo 40, una serie di tagli lineari del 5% per il 2013 e del 20% a partire dal 2014 ai “numerosi regimi di esclusione, esenzione e favore fiscale” (leggasi agevolazioni fiscali), se il governo entro il 30 settembre 2013, non sarà riuscito a recuperare dal riordino della spesa sociale e dalla riforma fiscale almeno 4 miliardi nel 2013 e 20 miliardi nel 2014. Per cui qualora non si riesca a recuperare questi fondi le famiglie e i consumatori saranno soggetti ad una serie di tagli lineari su deduzioni e detrazioni, che si tradurranno in nuove spese e in minor agevolazioni.
É difficile quantificare di quanto questi tagli lineari andranno a colpire le famiglie, certo è che una simile politica indistinta produrrà, come già capitato in passato, gli effetti peggiori sulle fasce più deboli della popolazione. La Cgil ha provato a calcolare quali potrebbero essere gli effetti pratici di tali tagli per le famiglie di lavoratori dipendenti e pensionati, quelli che potremmo definire i soliti noti e nelle cui tasche si pesca sempre quando si deve salvare l'Italia dal precipizio, come in questo caso. Va detto che se tagliassero indistintamente tutte le 483 agevolazioni fiscali attualmente previste, secondo le percentuali indicate si otterrebbe un gettito ulteriore di 8 miliardi nel 2013 e di 32 miliardi nel 2014, per cui ben oltre quelli previsti dal testo della manovra finanziaria. Ciò significa che anche nel caso venissero applicati dei tagli lineari, questi non dovrebbero riguardare tutte le agevolazioni previste.
Secondo le simulazioni pubblicate dalla CgilCgil e prendendo in considerazione solo le agevolazioni direttamente riconducibili a Lavoro e pensioni, casa e sanità, e applicando i tagli lineari si otterrebbe, però, un gettito simile a quello previsto dal Governo. Se fossero questi i campi di azione dei tagli, le famiglie di lavoratori dipendenti e di pensionati andrebbero a subire una perdita secca mediamente superiore a 1200 euro annui, più di 100 euro mese insomma.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Inoltre, se a questo genere di agevolazioni aggiungiamo tutte le altre di cui beneficiano indirettamente i lavoratori dipendenti e pensionati, quali quelle in materia di IVA o sulle accise, la misura dei tagli lineari potrebbe costare circa 1800 euro l'anno a famiglia.
Anche l'economista Massimo Baldini, ha provato a calcolare gli effetti di questi tagli lineari sulle famiglie, pubblicando un'interessante indagine su lavoce.infolavoce.info. Secondo quanto ricostruito l'effetto regressivo di questi tagli sulle agevolazioni Irpef farà si che il 10% delle famiglie più povere che ora gode di 2149 euro di detrazioni, perderà rispettivamente 107 e 430 euro di agevolazione nel 2013 e nel 2014. Viceversa il 10% delle famiglie più ricche che ora gode di 1822 di detrazioni Irpef, andrà a perdere 91 e 364 euro nel 2013 e nel 2014.
In generale spiega Baldini, con questo sistema di tagli lineari, il 10% delle famiglie più povere andrà a pagare circa il 7% per cento della cifra totale raccolta con questa manovra finanziaria, mentre il 10% delle famiglie più ricche pagheranno il 9% del gettito complessivo.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed