Lunedi, 9 Dicembre 2019

Back Fisco e Tasse Tasse Locali e Investimenti: Aumentano le Prime, Diminuiscono i Secondi

Tasse Locali e Investimenti: Aumentano le Prime, Diminuiscono i Secondi


tasse locali, investimenti,

Le tasse aumentano e gli investimenti calano. E’ questo l’orientamento che l’istituto di ricerca Swimez ha individuato. Lo ha fatto con uno studio molto accurato che però non lascia spazio all’ottimismo. Esso ha preso in riferimento il periodo intercorrente tra il 1991 e il 2010, raggruppando i dati secondo criteri geografici (suddivisione in centronord e sud).
Le evidenze raccolte da Swimez sono sconfortanti. Il defunto Padoa Schioppa, ministro dell’economia nel governo Prodi II (2006-2008), maggiore artefice dell’ormai mitica finanziaria di ‘lacrime e sangue’, dichiarò che le “tasse sono una cosa meravigliosa”. Non aveva tutti i torti: esse permettono ad uno Stato di garantire i servizi, e quindi di funzionare. Ma se i servizi (prodotto di investimenti) non vengono erogati allora le tasse si trasformano in una mera azione predatoria dell’amministrazione a danno dei cittadini.

Lo studio della Swimez, in particolare, informa che in venti anni le entrate tributarie locali (ossia gli introiti derivanti da tasse regionali e comunali) sono aumentate del 151% al sud e dell’82% al centronord. Tradotto in euro e in termini procapite emergono delle cifre impietose: si parla di entrate praticamente raddoppiate al centronord, con un passaggio da 220 a 410 euro di tasse ‘a testa’, e di entrate addirittura triplicate al sud, con un passaggio da 121 a 330 euro.

Sull’altro piatto della bilancia, servizi erogati con sempre minore efficienza e abbondanza. Il dato preso in considerazione dallo studio della Swimez è quello degli investimenti delle varie amministrazioni locali diretti ad opere all’interno dell’area di competenza. In parole povere, investimenti in infrastrutture.
Sono scesi, e anche abbastanza drasticamente, considerando che siamo di fronte ad un valore che, in una prospettiva di sviluppo economico anche minimo, dovrebbe tendere a salire. Il calo è stato del 17% se si guarda all’Italia intera.
Aumentano le tasse e diminuiscono gli investimenti, quindi i servizi. Perché? L'Italia è costellata da amministrazioni inefficienti o addirittura malvagie? Nient’affatto. Il motivo di questa triste tendenza va rintracciato nei tagli progressivi e costanti dei fondi statali diretti agli enti locali. Lo Stato ha chiuso il rubinetto in faccia a Regioni e Comuni che, di conseguenza, si sono visti costretti ad aumentare la pressione fiscale al loro interno.
Amministrazioni sempre più indebitate hanno messo in campo misure fiscali sempre più draconiane. In mezzo, a pagare lo scotto della crisi e dell’austerity, c’è il cittadino.
Valore Conto 468 x 60
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed