Martedi, 21 Agosto 2018

Back Fisco e Tasse Il Reddito Medio Degli Italiani è di 19250 Euro, Ma la Metà Non Supera i 15 Mila

Il Reddito Medio Degli Italiani è di 19250 Euro, Ma la Metà Non Supera i 15 Mila


Dichiarazione redditi, Irpef, contribuenti

Il Dipartimento delle Finanze ha pubblicato alcuni interessanti dati sulle dichiarazioni fiscali 2011 delle persone fisiche relative all'anno d'Imposta 2010. I dati mostrano, dopo le diminuzioni del biennio precedente, una lieve ripresa con un recupero del Pil reale dell'1,8% e nominale del 2,2%. Il numero di contribuenti che hanno presentato la dichiarazione tramite modello 730, modello Unico e Modello 770 è cresciuto di 24 mila unità per un totale di 41,5 milioni di contribuenti, dopo essere calato di 280 mila unità nell'anno precedente.
Si assiste ad un aumento dei lavoratori dipendenti ed una diminuzione dei soggetti che dichiarano reddito d'impresa e di lavoro autonomo, sui quali interferisce l'adozione al vecchio regime dei minimi. Il reddito complessivo dichiarato è stato pari a 792 miliardi mentre quello medio a 19.250 euro. Entrambi i valori sono in leggero aumento rispetto all'anno precedente (+1,2%).

Un terzo dei contribuenti, ovvero 14 milioni di cittadini, non supera un reddito complessivo lordo di 10 mila euro e circa la metà, il 49%, pari a 20,2 milioni non supera i 15 mila euro. Analizzando le classi di reddito, dai dati del Dipartimento delle Finanze, si scopre che il 30% dei contribuenti dichiara redditi compresi tra i 15 e i 26 mila euro mentre il 20% dichiara redditi compresi tra 26 mila e 100 mila euro.

Solo l'1% dei contribuenti dichiara redditi superiori a 100 mila euro, mentre vi sono 30.590 soggetti con un reddito superiore ai 300 mila euro, pari allo 0,07% del totale dei contribuenti. Questi ultimi saranno oggetto del contributo di solidarietà introdotto dalla Manovra Salva Italia e che verrà applicato negli anni d'imposta 2011-2013.
A livello territoriale le regioni con il reddito medio complessivo più elevato sono la Lombardia (22.710 euro), seguita dal Lazio (21.720), mentre quella con il reddito più basso è la Calabria (13.970 euro).
Il rapporto analizza anche i redditi per tipologia, sottolineando che il reddito medio più elevato spetta ai lavoratori autonomi con 41.320, mentre il reddito medio dichiarato dagli imprenditori è di 18.170 euro. Vale a dire circa 1700 euro in meno rispetto al reddito medio dichiarato dai lavoratori dipendenti (19.810) euro, circa 3200 euro in più rispetto ai pensionati (14.980 euro) e 1800 euro in più rispetto a chi ha redditi da partecipazione (16.500 euro).
Rispetto all'anno d'imposta 2009, i redditi medi d'impresa sono cresciuti del 3,8%, quelli da lavoro autonomo del 3,6%, quelli da partecipazione del 2,1%, quelli da pensione del 2,6%, tutti in maniera superiore all'incremento del reddito medio complessivo (+1,2%), mentre il reddito medio da lavoro dipendente è cresciuto solo dello 0,1%.
Rispetto all'aumento medio dei redditi dell'1,2%, l'imposta netta è cresciuta del 2,5% (120 euro in media), pari in valore assoluto a 4.480 euro contro i 4.720 euro dell'anno precedente (2009). L'imposta positiva è dichiarata dal circa 30,9 milioni di soggetti, il 74% del totale dei contribuenti.
Chi fosse interessato ai dati completi può scaricare il rapporto a questo indirizzoquesto indirizzo.
 
Valore Conto 468 x 60
RISORSE

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

  

CREDIT
Jean-Jean- by flickr
 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed