Sabato, 28 Marzo 2020

Back ECONOMIA Categorie Fisco e Tasse EVASIONE E FISCO: NEI PRIMI 10 MESI DEL 2010 RISCOSSI 7,3 MILIARDI DI EURO, IL 16,5% IN PIÙ DEL 2009

EVASIONE E FISCO: NEI PRIMI 10 MESI DEL 2010 RISCOSSI 7,3 MILIARDI DI EURO, IL 16,5% IN PIÙ DEL 2009


equitaliacartellepazze0811.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

In un recente comunicato l'Associazione Contribuenti Italiani ha sottolineato che uno dei limiti alla lotta all'evasione fiscale è l'inefficienza degli esattori. Secondo l'associazione, infatti, nello scorso anno sul totale evaso l'amministrazione tributaria ha accertato 26,34 miliardi di euro e riscosso solamente 2,74 miliardi di euro, ovvero solamente il 10,4%. L'occasione per tornare a parlare di evasione e riscossioni ci viene data da Equitalia, la società a capitale pubblico incaricata dell’esercizio dell’attività di riscossione nazionale dei tributi. Secondo quanto comunicato da Equitalia nei quattro anni di attività di riscossione è stato possibile recuperare circa 30 miliardi di euro, di cui ben oltre il 20% da contribuenti con debiti superiori a 500 mila euro. Solo nei primi dieci mesi del 2010 sono stati riscossi 7,3 miliardi di euro, il 16,5% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Equitalia ricorda che a fronte dell'attività di riscossione esistono anche degli strumenti per andare incontro alle difficoltà dei cittadini. Tra questi si segnala sicuramente l'estratto conto online, ma anche il potenziamento della rete degli sportelli, ora aperti anche al pomeriggio, la predisposizione di un call center attivo 24 ore e di guide ad hoc. Tra tutte le opportunità messe in atto da Equitalia, quella che risulta essere la più apprezzata dai contribuenti è sicuramente la possibilità di rateizzazione dei debiti, con rate a partire da 100 euro mensili e fino a sei anni, senza obbligo di garanzie e fideiussioni.



COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Questa opportunità, sfruttata attualmente da un milione di contribuenti, ha permesso anche di ridurre il ricorso a procedure cautelari ed esecutive che risultano in calo rispetto al passato. Nei primi sei mesi del 2010, le iscrizioni ipotecarie sono passate da 91 mila a 80 mila (-13,75%). Nella strategia di Equitalia, infatti, fa sapere la società, la vendita di immobili all'asta rappresenta l'ultima possibilità ed, il più delle volte avviene quando in gioco ci sono molti altri creditori, come ad esempio le banche e per importi significativi.
Sul fronte delle cartelle contestate, circa 15 mila cartelle di pagamento in tutta Italia su un totale di circa 18 milioni inviate ogni anno, Equitalia sottolinea che la maggior parte dei casi di errore dipendono dagli enti impositori. Per questa ragione la società permette da maggio di quest'anno ai contribuenti di bloccare ogni procedura con una semplice autodichiarazione, sarà poi la stessa società di riscossione a farsi carico delle opportune verifiche presso gli enti creditori.

   


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed