Mercoledi, 17 Luglio 2019

Back ECONOMIA Categorie Fisco e Tasse GLI ITALIANI PAGANO LE TASSE PIÙ ALTE D'EUROPA E RICEVONO IL VALORE PIÙ BASSO IN SERVIZI SOCIALI

GLI ITALIANI PAGANO LE TASSE PIÙ ALTE D'EUROPA E RICEVONO IL VALORE PIÙ BASSO IN SERVIZI SOCIALI


contritaxcomplia1110.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Negli ultimi cinque anni la fedeltà fiscale dei contribuenti è calata dell'11,2%, passando dal 28,94% al 17,63%, soprattutto a causa dei pochi servizi che si ricevono in cambio delle tasse che si pagano. A sostenerlo è uno studio della Associazione Contribuenti Italiani che ha confrontato il peso delle tasse versate, con il controvalore ricevuto in termini di servizi in Italia e in alcuni Paesi Europei. Un'operazione simile a quella effettuata dalla Cgia di Mestre qualche tempo fa, che, sebbene con valori leggermente diversi, ha già dimostrato che i contribuenti italiani ricevono un controvalore della spesa sociale più basso rispetto all'alto livello delle tasse .
Secondo Contribuenti.it ogni cittadino italiano versa al fisco mediamente 7450 euro all'anno, fra tasse, imposte e tributi vari, la cifra più alta tra i paesi dell'area euro, ricevendo un controvalore in servizi sociali di 8050 euro, il più basso tra i principali Paesi europei. Al primo posto tra i Paesi che investono di più in servizi sociali, rileva l'associazione, troviamo la Francia con 10780 euro, pro capite, seguita dalla Germania con 9180 euro, dalla Svezia con 9050, dall'Olanda con 8790 euro, dall'Inghilterra con 8450 euro e dalla Spagna con 8130 euro.
Numeri che Contribuenti.it ha derivato analizzando i dati sulla Tax compliance, relativi al periodo settembre 2005- settembre 2010. Ricordiamo che l'indice della Tax Compliance rappresenta la fiducia dei contribuenti italiani nei confronti del fisco. Più l'indice è alto più i contribuenti hanno conoscenza, informazione e certezza di poter contare sui propri diritti, per cui come conseguenza si ha una diminuzione dell'evasione fiscale e un aumento delle soluzioni pacifiche delle controversie.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Due fenomeni che continuano ad aumentare visto che siamo il primo Paese d'Europa per reddito imponibile evaso (50,5%) e che nello scorso biennio si è avuto un incremento aumento dei ricorsi presentati nelle Commissioni tributarie dell'8,60%.
Secondo l'associazione, concorre al peggioramento del rapporto tra fisco e contribuenti, anche la burocrazia fiscale che costa ben 19,2 miliardi di euro all'anno ai contribuenti italiani titolari di partita Iva. Una Cifra enorme, soprattutto se rapportata a quella pagata dagli omologhi contribuenti europei.
Come abbiamo visto ogni contribuente italiano paga per esercitare un'attività economica una “tassa aggiuntiva”di 5036 euro all’anno, contro i 1320 euro dei francesi, i 1270 euro dei britannici, i 1210 euro dei tedeschi, i 1160 euro degli spagnoli, i 1070 euro degli olandesi ed i 850 euro degli svedesi.

[Via: Contribuenti.itContribuenti.it ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente MicrodacMicrodac di Picasa per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed