Venerdi, 24 Gennaio 2020

Back ECONOMIA Categorie Fisco e Tasse LE CENTO TASSE PIÙ PAZZE CHE GRAVANO SU IMPRESE E FAMIGLIE (PARTE TERZA, LA VENDETTA)

LE CENTO TASSE PIÙ PAZZE CHE GRAVANO SU IMPRESE E FAMIGLIE (PARTE TERZA, LA VENDETTA)


100tax30302.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Terza e ultima parte del Bestiario Fiscale di Confesercenti sulle 100 tasse più strambe ed ingiuste che gravano sugli italiani. Dopo aver visto tasse di ogni tipo, perfino tasse sulle tasse, oggi ci dedicheremo alle imposte sul movimento, soprattutto per quanto riguarda le auto. In chiusura parleremo di altre tasse piuttosto curiose come quella sulle botole, sui lampioni, sui frigoriferi o sulle invenzioni.



TASSE SUL MOVIMENTO

  • Tasse sul Passaporto: come abbiamo visto recentemente , al passaporto si deve applicare una marca da bollo che è una tassa italiana, visto che non serve se si viaggia verso un Paese dell'area Schengen. Può essere controllata, sottolinea Confesercenti, quindi solo in Italia e se si parte verso un paese al di fuori dell'area Schengen. Insomma il bollo è una tassa non può precludere l'espatrio ma al massimo dare luogo ad una multa di circa 80 euro.

  • Tasse sull'Auto: in Italia l'acquisto di un'auto è soggetta all'imposta provinciale di trascrizione sulle nuove immatricolazioni (circa 200 euro), all'imposta di bollo sulle formalità Pra, al costo della targa, ai diritti del Dipartimento dei Trasporti terrestri, all'imposta di bollo sulle formalità del Dipartimento e ai costi di esazione postale per le somme del Dipartimento. Tirando le somme in una città come Milano si arriva a spendere circa 297 euro, contro i 26,3 euro totali che fa pesare sulle immatricolazioni il fisco tedesco, i 69 euro della Spagna, i 71 euro del Regno Unito, gli 86 euro del Portogallo e il 151 dell'Austria.

  • Tasse sui Carburanti: ogni 10 euro spesi in carburanti, circa 7 se ne vanno in tasse. Sul costo totale pagato dagli italiani pesano ancora: 1,90 lire per finanziare la guerra di Abissinia (1935), 14 lire per la crisi di Suez (1956), 10 lire per il disastro del Vajont (1963), 10 lire per l'alluvione di Firenze (1966), 10 lire per il terremoto nel Belice (1968), 99 lire per il terremoto del Friuli (1976), 75 lire per il terremoto dell'Irpinia (1980), 205 lire per la missione in Libano (1983), 22 lire per la missione in Bosnia (1996) 0,02 euro per il rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri (2003). Va detto che molte di queste accise aggiuntive sono poi state assorbite dal normale aumento dei prezzi, tuttavia nessuno di questi costi è stato eliminato e ad oggi nel fare benzina ben 0,25 euro sono pagati per questi motivi.

 


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



TASSE SOTTERRANEE

  • Tassa sulle Botole: ufficialmente nota come “canone non ricognitorio”, consiste in un'imposta patrimoniale dei comuni che colpisce pozzetti, botole, tombini, griglie e qualsiasi altro manufatto posto sul suolo pubblico.

  • Tassa sui Lampioni: la Tosap si applica a tutti i sostegni di lampade per l’illuminazione stradale o di linee elettriche, telefoniche o telegrafiche in legno o metallo.

  • Tassa sul frigorifero. E' soggetta a tassa sulle concessioni governative l'autorizzazione a detenere ... macchine frigorifere

  • Tassa sulle invenzioni: ogni brevetto per invenzione industriale è soggetto alle seguenti tasse: 1) tassa di domanda; 2) tassa annuale per il mantenimento in vigore del brevetto; 3) tassa per la pubblicazione a stampa della descrizione e dei disegni.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:


CREDIT

ChuckHolton
ChuckHolton
by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed