Mercoledi, 17 Luglio 2019

Back ECONOMIA Categorie Fisco e Tasse Le Tasse Sulle SPA in Italia al 58%, il doppio della Spagna e Più Alte Che in Germania e Regno Unito

Le Tasse Sulle SPA in Italia al 58%, il doppio della Spagna e Più Alte Che in Germania e Regno Unito


tasse0506.gif

L'imposizione fiscale complessiva sulle società per azioni in Italia arriva anche al 58%, molto di più che in altri vicini Paesi europei, con evidenti risvolti negativi sulla competitività delle imprese di casa nostra. È questo l'allarme lanciato da Confindustria, in uno studio sull'imposizione societaria, realizzato in collaborazione con Deloitte e nel quale si confronta l'onere fiscale su una società "tipo" in Italia e in altri Paesi.
Secondo questo studio l'Imposizione fiscale complessiva in rapporto al reddito imponibile (effettive tax rate) italiana è doppia rispetto a quella della Spagna (58% contro 29%) e decisamente superiore a quella Tedesca (43%) e Inglese (40%). Va un po' peggio alla Francia dove il carico fiscale complessivo arriva al 60% per effetto dell'indeducibilità del compenso corrisposto ad amministratori esterni all'impresa. Una circostanza che ha influito negativamente ma che, secondo lo studio, avrebbe portato a “scelte aziendali diverse”, rendendo comunque il regime fiscale francese meno penalizzante.
Ciò significa, spiega Confindustria, che una società italiana con 380 mila euro di utile netto ne avrebbe guadagnati circa 600 mila, se avesse avuto sede in Spagna. Insomma un vantaggio competitivo decisamente rilevante che consegna alle imprese degli altri Paesi un utile maggiore, causa una pressione fiscale minore, permettendo quindi anche di gestire meglio il cash flow.
Nello studio l'onere fiscale complessivo viene calcolato, prendendo in considerazione tutte le imposte a cui una società per azioni è soggetta nei vari Paesi. Viene considerata a titolo di esempio una società campione, con un fatturato annuo di 27,7 milioni di euro che svolge attività di ricerca e sviluppo nel campo dell'automazione di processi industriali e del testing di componenti e prodotti finiti, ha 180 dipendenti ed esporta circa il 65% della produzione.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Questa società , si suppone, che chiuda con un utile ante imposte di 986.503 euro, che una volta pagate le tasse diventano 383 mila euro, se l'azienda è in Italia, 605 mila se ha sede in Spagna, circa 524 mila euro se nel Regno Unito, 459 mila in Germania e 352 mila euro in Francia.
Lo studio inoltre analizza anche la tassazione del reddito percepito dai soci, qualora l'utile venisse distribuito dalla Spa, per analizzare il diverso modo in cui è affrontato il problema della doppia imposizione e l'effettivo onere fiscale complessivo nei diversi Paesi. Anche in questo caso francesi ed italiani sono i più penalizzati. Infatti, nel caso i dividendi distribuiti siano pari al 50% dell'utile, l'imposizione fiscale sul socio sarebbe al 71% il Francia, al 66% in Italia, al 47% in Germania, al 38% in Gran Bretagna e solo al 27% in Spagna.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

CREDIT
427427 by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed