Venerdi, 24 Gennaio 2020

Back ECONOMIA Categorie Fisco e Tasse NEL 2010 QUASI RADDOPPIATA L’EVASIONE FISCALE, CRESCONO ANCHE CONTRAFFAZIONE E LAVORO NERO

NEL 2010 QUASI RADDOPPIATA L’EVASIONE FISCALE, CRESCONO ANCHE CONTRAFFAZIONE E LAVORO NERO


rimborsifiscaliagenzia160810.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

La Guardia di Finanza ha presentato a Roma il rapporto annuale relativo all’anno 2010, da cui emerge il quadro nazionale per quanto riguarda ai reati di evasione fiscale, riciclaggio, usura, contraffazione ed altre illegalità a carattere economico.
Proprio come aveva anticipato il comandante della Guardia di Finanza, il generale Nino di Paolo, nel corso di un’audizione tenuta ai membri della Commissione Finanze della Camera, il fenomeno dell’evasione fiscale è cresciuto in maniera preoccupante, in percentuale pari al +46% rispetto al 2009.
L’ammontare complessivo dei redditi sottratti al fisco nel corso del 2010 è stato pari a circa 50 miliardi di euro, precisamente a 49,245 miliardi. E’ cresciuto anche il numero di evasori totali, ovvero persone o aziende che pur svolgendo un’attività non hanno mai presentato alcuna dichiarazione dei redditi: il corpo di polizia tributaria ne ha scoperti durante il 2010 ben 8.850, ovvero il 18% in più rispetto al 2009, per un totale di 20 miliardi di euro sottratti al fisco, una cifra superiore del +47% rispetto al 2009.
Dei circa 50 miliardi di redditi nascosti al fisco, 10,5 sono relativi ad evasioni fiscali a carattere internazionale. Anche in questo caso la cifra è all’incirca raddoppiata rispetto all’anno precedente ed i reati si sono realizzati attraverso esterovestizioni della residenza di persone fisiche o società, triangolazioni con paesi off-shore e omesse dichiarazioni di patrimoni detenuti. I paesi più gettonati dagli evasori fiscali per il deposito dei capitali sono il Lussemburgo e la Svizzera, i quali da soli detengono circa il 50% delle somme evase al fisco con questo sistema.
In crescita anche il fenomeno del lavoro nero: la Guardia di Finanza ha infatti scoperto 18.541 lavoratori impiegati senza contratto (di cui 5.508 di origine extracomunitaria), ovvero il 12% in più rispetto all’anno precedente, da parte di 7.822 diversi datori di lavoro.
Importanti anche gli interventi nella lotta alla mafia, con 4.828 beni sottratti alla criminalità organizzata per un valore complessivo di oltre 3 miliardi, dunque circa il 30% in più rispetto al 2009.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Per quanto riguarda il riciclaggio, l'usura e gli altri reati bancari, societari, fallimentari e di borsa, sono state arrestate complessivamente 701 persone e denunciate 5.977. Nella lotta al traffico internazionale di droga invece gli arresti sono stati 3.135 e le denunce 9.180.
Crescono notevolmente anche le operazioni di contrasto al gioco clandestino: le Fiamme Gialle hanno infatti chiuso nel 2010 circa 2.000 centri scommesse privi di autorizzazione, ovvero ben il +166% rispetto al 2009.
Sono stati ben 110 milioni, infine, i prodotti contraffatti sequestrati nel 2010, con 13.234 denunce per il reato in questione. In questo settore, rileva il rapporto, risulta sempre maggiore la collaborazione tra criminalità organizzata italiana e straniera.

[Via:GdfGdf ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed