Venerdi, 19 Luglio 2019

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie Green Economy ENI. IL SOLARE È L'ENERGIA DEL FUTURO MA OCCORRONO ANCORA SVILUPPI NELLE TECNOLOGIE

ENI. IL SOLARE È L'ENERGIA DEL FUTURO MA OCCORRONO ANCORA SVILUPPI NELLE TECNOLOGIE


enisolareene.gif
http://www.wikio.it
Attivati subito
  • Prec.
  • 1 of 3
  • Succ.
Eni: Il Solare è l'Energia del Futuro ma Occorrono Ancora Sviluppi Nelle Tecnologie | Solare Termico | Mit | Petrolio |

Paolo Scaroni, amministratore delegato di Eni, qualche giorno fa era in visita ufficiale al MIT di Boston per inaugurare, insieme ad altri esponenti di spicco del mondo accademico e imprenditoriale internazionale, il Solar Frontiers Center, un centro di ricerca sull'evoluzione delle tecnologie solari, alla cui promozione è stato dato ampio risalto nel corso degli scorsi mesi. L'appuntamento ha dato il via alle operazioni del Centro americano, che si occuperà di sviluppare studi, analisi e ricerche sperimentali su nuovi e migliorati utilizzi delle fonti rinnovabili: in cima alla lista delle attenzioni del SFC ci sarà ovviamente il fotovoltaico, ma gli osservatori di Boston hanno tra le mani un'ampia gamma di interventi, che coinvolgono in maniera significativa anche l'eolico e la produzione di idrogeno.
Ad ogni modo, non è lecito attendersi alcun risultato pratico nel breve termine. Lo stesso amministratore delegato di Eni ha infatti ribadito che si tratta di un investimento per la collettività con risvolti nel lungo termine, e con benefici che – si presume – si dipaneranno soprattutto nel corso della seconda parte del decennio. Le parole dell'amministratore Eni sono sembrate piuttosto critiche per quanto riguarda le tecnologie attualmente utilizzate in Europa, bollandole come inefficienti e costose.
Tuttavia ha ammesso che : “se solo il 10% di quello che ho visto qui a Boston diventasse operativo, si potrebbe cambiare il mondo” facendo trasparire un certo ottimismo per il futuro. Scaroni è poi tornato a parlare delle attività che compongono i business Eni, preannunciando che il petrolio finirà presto di giocare il ruolo predominante che ha svolto nel mondo industriale e che nell'arco di un centinaio di anni il peso degli idrocarburi scenderà notevolmente (a dir la verità, più di qualcuno, meno ottimista, crede che la time-line sia da retrocedere di diversi decenni). L'a.d. di Eni, durante un incontro ai media ai margini dell'evento, ha quindi ribadito che la propria compagnia da diversi anni punta molto sul solare, che diventerà una delle principali fonti energetiche del prossimo futuro. Necessario però – ha poi concluso il manager – è un pronto miglioramento dell'efficienza dello sfruttamento di tali tecnologie: e proprio a tal fine è giustificabile l'alleanza con il Mit, siglata nel 2008 e di durata quinquennale (50 milioni di dollari messi a disposizione da Eni). 


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Sul fronte della tecnologia, si legge in una comunicato Enicomunicato
Eni, questi due anni di collaborazione hanno portato alla realizzazione della prima cella solare al mondo stampata su carta, al miglioramento nella produzione di contatti metallici a partire da virus per le celle solari e nella comprensione del processo seguito dalla fotosintesi per scindere le molecole di acqua. Oltre a questo è stato realizzato un prototipo che massimizza il ritorno sull'investimento negli impianti solari termici a specchi parabolici per la distribuzione sostenibile dell'energia solare a concentrazione e sviluppate celle solari che imitano il processo fotosintetico.

 


RISORSE:

Eni: Il Solare è l'Energia del Futuro ma Occorrono Ancora Sviluppi Nelle Tecnologie | Solare Termico | Mit | Petrolio |

CREDIT
Si ringrazia l'utente swisscanswisscan di flickr per l'immagine



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed