Venerdi, 6 Dicembre 2019

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie Green Economy IL RILANCIO DELL'ECONOMIA: PROSPETTIVE DI SVILUPPO DELLA GREEN ECONOMY IN ITALIA

IL RILANCIO DELL'ECONOMIA: PROSPETTIVE DI SVILUPPO DELLA GREEN ECONOMY IN ITALIA


greeneconomy010.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Il Rilancio dell'Economia Prospettive di Sviluppo della Green Economy in Italia | Energie rinnovabili | Lavoro |

Secondo quanto riferisce un recentissimo studio condotto dalla CGIL, entro il 2020 in Italia potrebbero trovare lavoro circa 60 mila nuove risorse umane impiegate nel settore della green economy, che comprende le attività direttamente e indirettamente collegate allo sfruttamento delle energie rinnovabili.
Il sindacato riferisce infatti in un’analisi diffusa pochi giorni fa che attualmente sono impiegati nel settore circa 100 mila residenti in Italia, sebbene solo 45 mila di questi siano dei lavoratori direttamente occupati nel settore.
Non solo: più nel lungo termine, le potenzialità di accrescimento delle risorse umane impiegabili nel settore della green economy sono ben più elevate dei numeri stimati per il 2020, con un possibile arricchimento di 250 mila nuove unità lavorative nelle aziende nostrane interessate dalle prospettive di sviluppo dell’economia “verde”.
A proposito di green economy, nel corso del decennio i tre rami da sviluppare saranno ancora lo sfruttamento dell’energia fotovoltaica, eolica e da biomasse, cui tuttavia andranno ad aggiungersi investimenti – anche corposi – in attività collaterali e sinergiche. La realizzazione dell’obiettivo stimato dalla CGIL dipenderà tuttavia da una vasta serie di fattori. Molto sarà determinato dalle modalità di realizzazione degli intenti del Pacchetto Clima Energia 20-20-20, con investimenti necessari per supportare lo sviluppo del settore auspicati in circa 15 miliardi di euro annui.
Per quanto riguarda invece il fatturato prodotto dalle industrie della green economy, le stime parlano di ricavi compresi tra i 2,5 e i 5,5 miliardi di euro all’anno per i prossimi 10 anni. Tuttavia, questa significativa entità non sarà probabilmente sufficiente per garantire una piena autonomia del settore: la CGIL ricorda a tal proposito come, al di sotto di fatturati pari a 4 miliardi di euro, sarà presumibilmente necessario un nuovo ricorso a incentivi pubblici.

Collegamenti Sponsorizzati

Nel suo reportreport, il sindacato auspica infine ingenti impieghi nei settori delle reti elettriche di trasporto e di distribuzione dell’energia, che non potranno che tenere in considerazione delle novità apportate dalla green economy.
Per quanto riguarda un primo, sintetico bilancio del 2009, ricordiamo che nell’anno concluso da meno di quattro mesi le imprese “energetiche” sono cresciute del 16,8%, dopo l’incremento del 12% nel 2008. La best performer è la Puglia, nella quale le imprese della green economy si sono sviluppate a un ritmo pari al 20%.
    CondividiCondividi
Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

 

RISORSE:

 

 

 

 


 

CREDIT
Si ringrazia l'utente woodleywonderworkswoodleywonderworks di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed