Martedi, 19 Novembre 2019

Back TECNOLOGIA Categorie Innovazione Brevetti Internazionali: l'Italia è Al 12° Posto per Domande Depositate

Brevetti Internazionali: l'Italia è Al 12° Posto per Domande Depositate


brevetti internazionali, laboratorio, Università

L'innovazione non è certo un campo in cui l'Italia brilla soprattutto per quanto riguarda le domande di registrazione dei brevetti, che secondo l'Epo (European patent office) l'Ufficio europeo dei brevetti, in Italia sono del 26,6% inferiori, rispetto alla media Europea (dati 2006).
Tuttavia l'anno appena trascorso ha riservato notizie positive sia per quanto riguarda la situazione italiana sia per quanto riguarda quella internazionale. Già perchè secondo quanto riportato dal WIPO, Organizzazione Internazionale della Proprietà Intellettuale nel 2011 le domande internazionali di brevetti depositate sono cresciute del 10,7% rispetto al 2010 (17.584 domande in più).
Si tratta di un dato straordinario viste le difficili condizioni dell'economia mondiale ma soprattutto perchè si tratta del livello maggiore di crescita registrato dal 2005. Il mondo dei brevetti internazionali è però dominato da tre nazioni: Cina, Giappone e Stati Uniti che complessivamente hanno contribuito all'82% della crescita totale delle domande depositate (181.900).

In valore assoluto i Paesi che hanno depositato più domande internazionali di brevetti sono stati gli USA con 48.596 domande, il 26,7% del totale (+8% sul 2010), seguiti dal Giappone con 38.888 domande, il 21,4% del totale (+21%), dalla Germania con 18.568 domande , il 10,2% del totale (+5,7%) e dalla Cina con 16.406 domande, il 9% del totale e in crescita del 33,4% rispetto al 2010 (percentuale di crescita più alta in assoluto).

L'Italia si piazza in 12° posizione assoluta con 2.671 domande di brevetto depositate, l'1,5% del totale ed in crescita dello 0,5% rispetto al 2010. Il numero delle domande depositate dal nostro Paese risulta superiore anche a quello del 2009, ma è inferiore del 9,3% rispetto al 2007 (quando furono depositate 2.946 domande) e del 7,3% rispetto al 2008 ( 2.883). I brevetti depositati dall'Italia nel 2011 risultano inferiori rispetto a quelli del Canada, Paese che ci precede in classifica in 11° posizione e che con il quale ci siamo scambiati di posizione nel 2007 e nel 2009.
Nell'arco temporale 2007-2011 si riscontra un andamento comune per la maggior parte dei Paesi, con crescite significative per Corea e Giappone e soprattutto per la Cina che in questi 5 anni ha più che triplicato il numero delle domande internazionali di brevetti depositate.
Per quanto riguarda le aziende che hanno depositato più domande nello scorso anno, nessuna azienda italiana compare tra le prime 100. In testa troviamo la cinese ZTE Corporation con 2.826 domande depositate (più di tutte quelle depositate dall'Italia), seguita dalla Giapponese Panasonic con 2.463 domande e dalla Cinese Huawei Technologies con 1.831 domande di brevetto.
Nemmeno tra le 50 università che hanno registrato più domande di brevetto compare un ateneo italiano. Il podio in questo caso è completamente costituito da Università Americane, con in testa l'Università della California con 277 domande di brevetto depositate, seguita dal MIT con 129 domande e dall'Università del Texas con 127 domande.
 

RISORSE: 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

 

CREDIT
UC Davis College of EngineeringUC Davis College of Engineering by flickr
 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed