Martedi, 22 Ottobre 2019

Back CREDITO Categorie Investimenti Risparmio: il 52,8% Degli Italiani Ritiene Impossibile Risparmiare, al Sud si Sale Al 67,7%

Risparmio: il 52,8% Degli Italiani Ritiene Impossibile Risparmiare, al Sud si Sale Al 67,7%


risparmio, investimenti, famiglia, internet banking, azioni, obbligazioni

In Italia i cittadini che riescono a risparmiare sono il 47,2%, ma il tasso di risparmio continua a scendere e si attesta, nel 2011, al 9%. Sono questi alcuni dei dati contenuti nella "“Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani – 2011Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani – 2011"”, realizzata dal Centro di ricerca e documentazione Luigi Einaudi e da Intesa Sanpaolo, su un campione di 1057 capofamiglia, con l’'unico requisito che fossero correntisti bancari e/o postali.
Secondo l'indagine il 45% degli intervistati sostiene che la crisi economica non sia ancora terminata e che i suoi effetti si faranno sentire sui bilanci di famiglia anche nel corso del 2011.

Il 21% del campione proprio per questo ha rinviato l'acquisto di una casa, il 38% quello dell'automobile e il 44% è stato costretto ad intaccare i propri risparmi. Secondo l'indagine proprio nel 2011 hanno raggiunto il massimo storico le dichiarazione di impossibilità di risparmiare con una media nazionale del 52,8% che raggiunge il 67,6% nel Mezzogiorno.
Tra le motivazioni di chi riesce a risparmiare vi è in primo luogo la causa precauzionale (48,1%), mentre diminuisce quella ereditaria che passa dal 18,1% dello scorso anno al 12,7% attuale. Tra le necessità, invece prevale quella di proteggere i propri risparmi in termini di sicurezza (58,3%), seguita dalla liquidità (15,9%), mentre cala l'interesse sia per il rendimento immediato (14,8%) che per quello a lungo termine (7,8%).
Sul fronte della previdenza integrativa circa un intervistato su otto dichiara di avere acceso un fondo pensione o una forma previdenziale equivalente. Sono soprattutto gli ultraquarantenni a rivolgersi alla previdenza integrativa mentre gli ultracinquantenni spesso dichiarano di essere troppo anziani per pensarci.
Continua a ridursi il numero di famiglie che si avvicina ai mercati finanziari, con solo il 12,5% degli intervistati che ha comprato o venduto azioni negli ultimi 5 anni.

Si tratta, sottolinea l'indagine, di poco più di un terzo di quanto accadeva nel 2003; una percentuale che potrebbe ridursi ulteriormente per gli effetti della manovra finanziaria sull'imposta di bollo . Nello specifico si attenua sempre di più il gruppo di coloro che vedono nell'acquisto di azioni un'attività di investimento a medio-lungo termine (cassettisti), mentre rimane una parte piuttosto contenuta di investitori speculativi.
Secondo Intesa Sanpaolo gli italiani preferiscono il risparmio gestito, con il 18% degli intervistati che dichiara di aver posseduto forme di risparmio gestito negli ultimi 5 anni, una percentuale in crescita di oltre 2 punti percentuali rispetto allo scorso anno. Più folto è il gruppo di coloro che investono in obbligazioni, che coinvolge il 24,6% del campione, sebbene negli ultimi tempi stia crescendo la percezione che le obbligazioni non siano strumenti finanziari sicuri di per sé (la pensa così il 39,9% del campione contro il 16% di dieci anni fa).
L'investimento più sicuro per gli italiani rimane il mattone (82%), mentre per il 65% la casa rappresenta anche l'investimento migliore. In generale rileva il rapporto, in Italia il 74% dei cittadini vive in una casa di proprietà, dato in linea con quello rilevato dall'Agenzia del Territorio .
Infine sei investitori su dieci mantengono più del 10% delle proprie sostanze sul conto corrente, mentre il 30% vi lascia un terzo della ricchezza finanziaria. In proposito, fa sapere l'indagine, quasi il 25% dei correntisti accede al proprio conto tramite servizio di internet banking, una percentuale di penetrazione doppia rispetto a quella di tre anni fa. 

Valore Conto 468 x 60

 

RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Case ed Immobili 

immobili

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed