Venerdi, 19 Luglio 2019

Back Lavoro Lavoratori Stranieri: Dall'Inizio Della Crisi Cresciuti Del 50%

Lavoratori Stranieri: Dall'Inizio Della Crisi Cresciuti Del 50%


lavoratori stranieri, crisi

La crisi ha fatto diminuire il numero di italiani al lavoro, mentre quello dei lavoratori stranieri è aumentato. A rilevarlo è l'Istat secondo cui dal 2007 al 2011 il numero di lavoratori è diminuito di 255 mila unità, con un milione di italiani che hanno perso il lavoro mentre 750 mila stranieri sono stati assunti nello stesso periodo.
Gli occupati in valore assoluto sono diminuiti dai 23,222 milioni del 2007 ai 22,967 del 2011 (-1,09%). Ma i lavoratori italiani (la stragrande maggioranza) sono scesi da 21,719 milioni a 20,716 milioni, per una contrazione pari al 4,61%, mentre quelli immigrati sono passati da 1,502 milioni a 2,251 milioni con un aumento del 49,8%. Questo boom dell'occupazione straniera è da ricondursi a diversi fattori. In primo luogo va rilevato l'aumento della regolarizzazione del lavoro nero, soprattutto degli occupati nelle mansioni di assistenza in casa e alle persone (colf e badanti).

Inoltre in questi anni si è avuto un forte aumento della popolazione residente immigrata che è cresciuta del 55,5%. Un ulteriore aspetto rilevante è stata la crescita della componente femminile dell'occupazione straniera, che tra il 2007 e il 2011 è stata del 65,8% (da 579 mila unità a 960 mila). Una crescita decisamente più significativa rispetto a quella maschile che è stata nel periodo del 39,8% ( da 924 mila unità a 1,292 milioni).

Dall'altra parte la componente occupazionale italiana più penalizzata è stata quella maschile con un calo del 6,13% (800 mila unità in meno) contro il 2,29% di quella femminile (200 mila unità in meno). Il calo dell'occupazione italiana è stato più evidente nel Mezzogiorno dove dal 2007 sono andati persi 423 mila posti di lavoro (-6,66%), mentre è stato più contenuto sia al Nord (-3,72%) che al Centro (-3,92%) dove i posti di lavoro persi sono stati rispettivamente 409 mila e 173 mila.
Sul fronte degli stranieri, l'occupazione è cresciuta maggiormente in termini percentuali al Sud (+71,3%), a seguire al Centro (+55,3%) e al Nord (+43,6%). In termini assoluti è invece il Nord ad aver assorbito più lavoratori stranieri (+413 mila) seguito dal Centro (+213 mila) e dal Mezzogiorno (+171 mila). Ma la crisi si è fatta sentire anche per gli stranieri, infatti il tasso di disoccupazione per gli stranieri è passato dall'8,3% del 2007 al 12,1% del 2011, contro una tasso di disoccupazione degli italiani che è passato dal 5,9% all'8%. Tra gli immigrati i disoccupati sono più che raddoppiati passando da 136 mila a 310 mila (+127,9%), mentre i disoccupati italiani sono cresciuti da 1,370 milioni a 1,798 milioni (+31,2%).
 
InfoJobs - 468x60_IJIT_blue
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed