Lunedi, 16 Dicembre 2019

Back ECONOMIA Categorie Lavoro IL REGIME AGEVOLATO PER LE NUOVE ATTIVITÀ CHE COS'È E QUALI REQUISITI RICHIEDE PER POTERVI ACCEDERE

IL REGIME AGEVOLATO PER LE NUOVE ATTIVITÀ CHE COS'È E QUALI REQUISITI RICHIEDE PER POTERVI ACCEDERE


regfiscagevo1501.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Dopo aver chiarito che cosa è la Partita Iva e come è possibile avviare un'impresa attraverso la Comunicazione Unica, vogliamo oggi approfondire il tema del regime agevolato per le nuove attività.
Si tratta di un regime fiscale agevolato a cui possono accedere le persone fisiche e le imprese familiari che avviano una nuova attività imprenditoriale o di lavoro autonomo. Si applica per il primo periodo d'imposta e per i due successivi e permette il pagamento di un'imposta sostitutiva dell'Irpef del 10% e di una serie di altre semplificazioni contabili. Va detto, innanzitutto, che l'imposta del 10% fa le veci dell'Irpef, per cui devono essere versate regolarmente le altre imposte (ad eccezione dell'acconto annuale dell'imposta sul valore aggiunto). Cosi come devono essere ottemperati tutti gli obblighi previdenziali, assicurativi e amministrativi previsti dalla legge.


REQUISITI NECESSARI PER L'ACCESSO AL REGIME AGEVOLATO
Il beneficio riguarda solamente le persone fisiche o le imprese familiari, con la particolarità che i contribuenti non devono aver esercitato negli ultimi tre anni attività artistica, professionale o d'impresa, neppure in forma associata o familiare. L'attività che si intraprende e per la quale si chiede l'accesso al regime agevolato non deve poi costituire il proseguimento di un'altra attività svolta precedentemente (dallo stesso soggetto) in forma di lavoro dipendente o autonomo. Fanno eccezione le professioni che richiedono un periodo di pratica obbligatoria per l'abilitazione. Esistono poi dei limiti reddituali per quanto riguarda i compensi di lavoro autonomo o i ricavi di impresa. Nello specifico per i lavoratori autonomi e per le imprese familiari che hanno per oggetto prestazione di servizi, i ricavi non devono superare i 30987,41 euro, mentre per le imprese familiari che hanno per oggetto altre attività il limite è elevato a 61871,83 euro. Nel caso in cui venga proseguita un'attività di impresa svolta in precedenza da un altro soggetto, l'ammontare dei ricavi realizzati nel periodo d'imposta precedente a quello di riconoscimento del beneficio deve essere 30987, 41 per le imprese che offrono prestazione di servizi, 61974,83 euro per quelle che hanno per oggetto altre attività.



COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



COME ACCEDERE AL REGIME AGEVOLATO
I soggetti che desiderino avvalersi del regime fiscale agevolato devono comunicare la scelta all'Agenzia delle Entrate, utilizzando l'apposito modello. Tale comunicazione deve essere eseguita in sede di presentazione delle dichiarazione d'inizio attività o entro 30 giorni dalla data di presentazione. Per i due periodo d'imposta successivi a quello di inizio la comunicazione deve avvenire entro 30 giorni dall’inizio del periodo d’imposta.
La scelta vincola il contribuente per almeno un periodo d’imposta e può essere revocata, dandone comunicazione ad un ufficio locale dell’Agenzia delle Entrate.



DECADENZA DEL REGIME AGEVOLATO
L'unica causa di decadenza non temporale consiste nel superamento dei limiti dei compensi richiesti dalla normativa. Nello specifico il reddito passerà alla tassazione ordinaria dal periodo d'imposta successivo nel caso in cui siano superati i limiti di ricavi e compensi di 30.987,41 euro (o di 61.974,83 euro) ma non oltre il 50%. Ciò significa che il regime agevolato permane nel periodo d'imposta fino ai limiti reddituali di 46.481,12 euro ( o di 92.962,24 euro). Invece se i ricavi del periodo d'imposta sorpassano di oltre il 50% i limiti, il passaggio al regime ordinario avverrà nello stesso periodo d'imposta.


   


 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

 

CREDIT
x-ray delta onex-ray
delta one by flickr



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed