Venerdi, 19 Luglio 2019

Back ECONOMIA Categorie Lavoro LA PARTITA IVA: CHE COS'È, COME FUNZIONA E COME RICHIEDERLA

LA PARTITA IVA: CHE COS'È, COME FUNZIONA E COME RICHIEDERLA


partitaiva130910.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

La partita Iva è un codice che identifica univocamente un soggetto che esercita un'attività economica rilevante ai fini dell'imposizione fiscale. Si compone di 11 caratteri numerici, di cui i primi 7 individuano il contribuente attraverso un numero progressivo, i successivi 3 sono il codice identificativo dell’Ufficio, mentre l'ultimo carattere è di controllo. Il numero di Partita Iva viene rilasciato dall'Agenzia delle Entrate alla presentazione di inizio attività e resta invariato fino alla cessazione dell'attività economica.
Dal punto di vista della normativa fiscale ogni soggetto che intraprende un'attività economica, sia essa autonoma o imprenditoriale, deve segnalarlo all’Agenzia delle Entrate mediante la presentazione di un'apposita dichiarazione entro 30 giorni dall’inizio dell’attività o dalla costituzione della società.
Questa dichiarazione deve essere presentata anche dai soggetti non residenti che costituiscono una stabile organizzazione in Italia o che nominano un rappresentante fiscale nel territorio italiano.
Per i soggetti diversi dalle persone fisiche, la partita Iva e il codice fiscale solitamente coincidono, tranne quando questi soggetti abbiano già un codice fiscale. In questi casi l'agenzia delle Entrate provvederà ad assegnare un numero che assume esclusivamente valore di partita Iva.


COME SEGNALARE L'INIZIO ATTIVITÀ
esistono dei modelli ad hoc per la dichiarazione di inizio attività, disponibili in formato elettronico e prelevabili gratuitamente dal sito internet dell'Agenzia delle Entratesito
internet dell'Agenzia delle  Entrate. Nello specifico esistono tre modelli in ragione del soggetto economico che intende presentare la dichiarazione di inizio attività.

  • Le persone fisiche che intendono avviare un impresa autonoma o un lavoro autonomo devono utilizzare il modello AA9/10

  • I soggetti diversi dalle persone fisiche (es condomini, fondazioni, enti) devono AA7 /10
  • I soggetti non residenti che intendono identificarsi direttamente in Italia ai fini Iva devono presentare il modello ANR/3

Dal 1° aprile 2010 è stata introdotta una novità importante per la dichiarazione di inizio attività, ed in generale per l'invio dei documenti inerenti alle imprese. Si tratta della Comunicazione Unica, che si presenta direttamente in via telematica al registro delle Imprese e permette un miglioramento delle procedure ed un abbattimento dei tempi di apertura di un'attività. La comunicazione Unica comprende i modelli AA7/10 e AA9/10.


SOGGETTI NON TENUTI ALLA COMUNICAZIONE UNICA
I soggetti che non devono presentare iscrizione nel Registro delle imprese o denuncia al Repertorio delle notizie economiche e amministrative (REA), non sono tenuti alla presentazione della Comunicazione unica e possono presentare la dichiarazione di inizio attività in tre modalità
  • Direttamente agli uffici dell'Agenzia delle Entrate, in duplice copia anche a mezzo di un delegato.

  • Tramite servizio di raccomandata postale presso un qualsiasi ufficio dell'Agenzia delle Entrate, in un unico esemplare
  • Telematicamente, direttamente dal contribuente o da un intermediario accreditao all'invio telematico


SOGGETTI NON RESIDENTI
I soggetti non residenti che intendono identificarsi direttamente in Italia ai fini Iva devono presentare la dichiarazione di inizio attività tramite il modello ANR/3.
Questo modello deve essere presentato direttamente o tramite servizio postale e mediante raccomandata, esclusivamente al Centro Operativo di Pescara. La dichiarazione di identificazione diretta non può essere inviata telematicamente.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



VARIAZIONE DEI DATI DICHIARATI AD INIZIO ATTIVITÀ
La normativa prevede che in caso di variazione dei dati presentati nella dichiarazione di attività il soggetto economico deve provvedere a presentare la dichiarazione di variazione dati utilizzando gli stessi modelli previsti previsti per l'inizio attività. Per cui le persone fisiche utilizzeranno il modello AA9/10, i soggetti diversi quello AA7/10, mentre i non residenti il modello ANR/3. Le modalità di invio sono le medesime così come il tempo limite di 30 giorni per la presentazione della dichiarazione, dalla data di avvenuta variazione.
L'unica differenza riguarda i soggetti non residenti che possono comunicare la variazione dei dati precedentemente comunicati anche tramite trasmissione telematica del modello ANR/3, cos ainvece esclusa per l'inizio attività.
Nel caso di fusione, scissione, conferimenti di aziende o altre trasformazioni sostanziali che comportano l’estinzione del soggetto d’imposta, la dichiarazione deve essere presentata dal soggetto risultante dalla trasformazione.


COME SI CHIUDE L'ATTIVITÀ
Nel caso di chiusura dell'attività il soggetto economico deve presentare la dichiarazione apposita entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle operazione di liquidazione dell'impresa. Le modalità previste per l'invio, così come i modelli da utilizzare sono i medesimi previsti per l’inizio attività.
I soggetti non residenti identificati direttamente ai fini IVA possono presentare la dichiarazione di cessazione attività, anche tramite via telematica.
I soggetti diversi da persona fisica che pur cessando l’attività ai fini IVA continuano a svolgere un’attività non soggetta ad Iva, mantengono in vita il codice fiscale

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed