Venerdi, 24 Gennaio 2020

Back Lavoro Occupazione Giovanile: i Lavori Più Richiesti per gli Under 35

Occupazione Giovanile: i Lavori Più Richiesti per gli Under 35


occupazione giovanile, lavoratori under 35

Capire quali sono stati i lavori più richiesti nello scorso anno può essere utile per decidere quali studi e carriera intraprendere in un periodo di forte crisi occupazionale per i giovani under 35.
Secondo la ricerca condotta dall’Ufficio studi della CGIA di Mestre su dati Istat tra i laureati le figure più ricercate sono gli ingegneri mentre i facchini guidano la lista dei lavori non qualificati. Buone possibilità d impiego anche per segretarie, cassieri di banche ed assicuratori, autisti e addetti alle pulizie.
Da segnalare anche le posizioni vacanti per agenti di commercio/pubblicità, ragionieri contabili, spedizionieri e esperti di gestione e controllo in genere. Questi ultimi lavori hanno fatto registrare un tasso di crescita superiore al 10%.
A livello artigianale i lavori più richiesti riguardo il settore alimentare: panettieri, gelatai, pastai e macellai.

Restano evergreen anche i meccanici e riparatori d’auto, frigoristi e montatori di apparecchi e macchine da industria. In crescita esponenziale gli installatori di impianti elettrici ed elettromeccanici e i riparatori di apparecchiature informatiche. 
E’ innegabile che vi sia crisi economica e che le opportunità di assunzione siano poche ma, a fronte di esuberi in vari settori (soprattutto professionali come quello legale), per queste posizioni lo scorso anno c’è stato uno scoperto di oltre 45.000 posti di lavoro.

Si tratta di lavori che si stanno perdendo perché, evidentemente, i giovani non vogliono più farli ma, se è vero che noi italiani siamo famosi per la nostra capacità di “fare di necessità virtù” non è assurdo pronosticare una riscoperta di queste professioni in un futuro non troppo lontano.
Da questo punto di vista, come ha giustamente osservato  il segretario della CGIA, Giuseppe Bortolussi “Mai come in questo momento è necessario recuperare la svalutazione culturale che ha subito in questi ultimi decenni il lavoro artigiano. Attraverso le riforme della scuola avvenute in questi ultimi anni e, soprattutto, con il nuovo Testo unico sull’apprendistato, alcuni passi importanti sono comunque stati compiuti. Ma non basta.
Bisogna fare una vera e propria rivoluzione per ridare dignità, valore sociale e un giusto riconoscimento economico a tutte quelle professioni dove il saper fare con le proprie mani costituisce una virtù aggiuntiva che rischiamo colpevolmente di perdere
”.
Ridare dignità all’artigianato e alle scuole professionali servirebbe del resto indirettamente anche a riqualificare il valore della laurea.  
InfoJobs - 468x60_IJIT_blue
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed