Venerdi, 13 Dicembre 2019

Back ECONOMIA Categorie Lavoro Uguaglianza Sul Lavoro: in Aumento i Rischi di Discriminazione Contro Alcune Categorie di Persone

Uguaglianza Sul Lavoro: in Aumento i Rischi di Discriminazione Contro Alcune Categorie di Persone


badapple1905.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Ilo, Organizzazione Internazionale del Lavoro, ha pubblicato il nuovo Rapporto globale sull’uguaglianza nel lavoro, da cui emerge una situazione ancora piuttosto complicata soprattutto per alcune categorie di cittadini.
Sebbene negli ultimi anni si siano fatti degli sforzi consistenti mirati a scongiurare, appunto, ogni forma di discriminazione sul lavoro, soprattutto dal punto di vista legislativo, la crisi economica e l’odierna situazione del mercato del lavoro, hanno purtroppo accentuato queste discriminazioni, dal momento che in periodi di ristrettezze economiche le politiche mirate ad evitare queste disuguaglianze vengono in genere lasciate in secondo piano.
L’Ilo sottolinea questo aspetto alla luce del fatto che ai vari organismi mondiali finalizzati a garantire pari opportunità ai cittadini dal punto di vista lavorativo, continua a pervenire un numero di denunce sempre crescente. Ciò significa che le discriminazioni non solo stanno aumentando dal punto di vista quantitativo, ma si stanno anche evolvendo nuove forme di discriminazione.
Analizzando i principali aspetti emersi dal Rapporto dell’Ilo, infatti, accanto a delle vecchie forme di discriminazione che non sembrano ancora aver trovato una soluzione definitiva, ve ne sono delle altre che si sono sviluppate proprio negli ultimi anni.
Anzitutto, la differenza di trattamento tra uomini e donne nel mondo del lavoro è ancora tutt’altro che debellata, sia per quanto riguarda l’ammontare dei salari (la donna percepirebbe in media il 70-90% di quanto guadagna un uomo), sia per la discriminazione legata alla gravidanza. Un periodo, quest'ultimo, dove la donna deve necessariamente limitare la sua produttività lavorativa, ragion per cui molti datori di lavoro preferiscono evitare assunzioni femminili, soprattutto nel caso di incarichi duraturi.
Anche le molestie sessuali sono una realtà molto presente nei luoghi di lavoro, che riguarda soprattutto le donne non autonome finanziariamente, single o divorziate e le cittadine migranti.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Tra gli uomini, invece, i più colpiti sono gli omosessuali, i giovani e gli appartenenti a minoranze etniche.
Proprio l’etnia dei cittadini rimane una delle principali cause del razzismo sul luogo di lavoro, spesso i lavoratori migranti, infatti, oltre ad essere penalizzati nella ricerca di lavoro, hanno delle grosse difficoltà anche ad accedere ai vari sistemi di protezione sociale.
In crescita sono anche le discriminazioni dovute a motivi religiosi o anche a ragioni di opinione politica, soprattutto nel settore pubblico, principalmente nel caso in cui le idee siano opposte rispetto a quelle del governo in carica.
L’alta percentuale di disoccupati tra i cittadini disabili , inoltre, conferma che questa categoria è oggi una delle più penalizzate dal punto di vista lavorativo, ed anche le persone colpite dal virus HIV sono spesso soggette a delle discriminazioni.
A livello globale, dunque, le discriminazioni nel mondo del lavoro stanno aumentando, e nell’Unione Europea il 64% degli intervistati si aspettava che la crisi economica avrebbe comportato un accentuarsi di questo aspetto.

  [Via: IloIlo ]

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:


 

CREDIT
::hap::hap by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed