Giovedi, 14 Novembre 2019

Back CREDITO Categorie Mutui LE EROGAZIONI DEI MUTUI AUMENTANO DELL'8% SU BASE ANNUA, IN CRESCITA DEL 7,3% ANCHE L'IMPORTO MEDIO

LE EROGAZIONI DEI MUTUI AUMENTANO DELL'8% SU BASE ANNUA, IN CRESCITA DEL 7,3% ANCHE L'IMPORTO MEDIO


mutuimezzogiorno.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Nel terzo trimestre 2010 il volume di erogazioni per l'acquisto di immobili residenziali da parte delle famiglie italiane è risultato in crescita su base annua dell'8%. A riferirlo  è l'Ufficio Studi Tecnocasa che ha realizzato un'indagine sul mercato dei mutui nel nostro Paese, partendo  dai  dati forniti dalla Banca d'Italia. Il volume di erogazioni per l'acquisto di abitazioni da parte delle famiglie ha raggiunto nel terzo trimestre 2010 i  301.371 milioni di euro, in aumento dell'1% anche rispetto al secondo trimestre dell'anno.Il dato conferma il trend di crescita positivo del mercato, dopo la seria battuta d'arresto del 2008 (primo e secondo trimestre), allo scoppio della crisi economica. Va detto però, ed  è  lo stesso ufficio studi di Tecnocasa a rilevarlo, che  la percentuale di crescita dell'8% su base annua, non tiene conto della variazione metodologica da parte di Banca Italia nella raccolta dei dati.
Tra i volumi erogati sono stati considerati anche i mutui di sostituzione e surroga, che nonostante risultino in calo rispetto al 2009, rappresentano nel primo semestre 2010 circa il 12-14% dei volumi.
Dall'analisi dei volumi dei primi 9 mesi del 2010 emerge un aumento del 17%  rispetto allo stesso periodo del 2009, con una differenza positiva pari a circa 6.208 milioni di euro. I volumi tendenzialmente stanno tornando ai livelli dei primi nove mesi del 2008.
Nel terzo trimestre 2010, tutte  le  macroaree geografiche hanno fatto rilevare un andamento positivo, soprattutto il Centro dove si è  registrato un +11%. Segue il Mezzogiorno con una crescita del 9% e il Nord ovest con l'8%. Nei primi nove mesi dell'anno, la crescita maggiore  si è  registrata sempre nel centro Italia con un +24%, seguita dalle Isole (+22%) e  dal Mezzogiorno (+21%). Più contenuta è stata invece la crescita al  nord (+14%). A livello regionale in tredici regioni su venti (65%) si è  registrato un incremento di volumi rispetto allo stesso periodo del 2009. Le crescite maggiori sono state in Friulii (+27%), nel  Lazio (+23%) e  in Basilicata (+23%). Dall'altra  parte il maggior  calo  si è  registrato in Emilia Romagna (-11%). A livello provinciale su 110 province analizzate, ben 72 registrano hanno fatto registrare un aumento nelle erogazioni dei mutui ( 65,5% del totale), con in testa Pordenone (+55%) e Agrigento (+54%).



COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Risulta anche in crescita del 7,3% anche la cifra media richiesta  per il  mutuo che è risultata pari a 124.500 euro rispetto ai 116 mila rilevati nello stesso periodo del 2009. La Toscana è risultata la regione con la cifra media  più alta  con 139 mila euro, mentre Basilicata e Calabria  quelle con la cifra più bassa (pari a 93 mila euro per entrambe).  Tendenzialmente, rileva Tecnocasa,  i valori medi più elevati si confermano nelle regioni del nord, eccezion fatta per il Friuli Venezia Giulia, dove il  ticket medio è risultato pari a  107 mila euro (il 13,7% in meno della media nazionale).
Infine per quanto riguarda le differenze tra tasso fisso e variabile, ipotizzando un mutuo ventennale di 120mila euro, con l'opzione a tasso fisso si pacherebbe una rata pari a 792 euro, mentre con il tasso variabile di 625 euro, con un risparmio, quindi di  167 euro mensili.

 

468x60_spesa
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed