Sabato, 16 Novembre 2019

Back Politica e Società Informazione Alternativa: Avanza Ma gli Italiani Si Affidano Ancora Alla Televisione

Informazione Alternativa: Avanza Ma gli Italiani Si Affidano Ancora Alla Televisione


Tg1, informazione, quotidiani, internet

Internet ha aperto le frontiere dell’informazione alternativa: in un Paese, come il nostro, in cui i mezzi di informazione televisivi e della carta stampata sono spesso considerati di parte e poco obiettivi (polemica che ormai non riguarda solo le reti private ma anche quelle pubbliche), la rete è il canale che molti utenti, soprattutto giovani, usano per documentarsi sulle news internazionali e nazionali. Lo conferma il proliferare si siti e blog di contro-informazione e inchiesta. E se fosse solo un’impressione?
In effetti questo trend riguarda ancora una minoranza di utenti, almeno secondo quanto emerge dal Rapporto dell’Eurobarometro Standard 76. Lo studio ha coinvolto 1.031 cittadini europei e ha poi raccolto i dati suddividendoli Stato per Stato. La fotografia che se ne ricava degli italiani è quella di un popolo tradizionalista (il che non sorprende), anche per quanto riguarda l’informazione.  

La grande maggioranza degli intervistati di nazionalità italiana (circa l’83%) continua infatti a considerare tv e telegiornali la fonte primaria di informazione. Al secondo posto troviamo la radio e i radiogiornali. Una media che comunque viene largamente confermata anche a livello europeo (86%) anche se in questo caso, pur potendo evidenziare l’anacronismo di tale dato, non possiamo avere un quadro completo della situazione di in-dipendenza delle tv nazionali di ogni Paese.

Guardiamo quindi all’Italia: l’83% dei cittadini non rinuncia al tg all’ora di cena e a sfogliare il giornale la mattina. Sebbene la lettura quotidiana della carta stampata risulti in calo rispetto ad un anno fa, passando dal 29% al 25%. 
Va detto inoltre che dal sondaggio emerge anche che il grado di fiducia riposto nella attendibilità dei fatti riportati è in calo, soprattutto tra i giovani. Considerevoli differenze emergono infatti nelle risposte del campione in base all’età e alla provenienza geografica.
Un terzo degli italiani poi ascolta il radiogiornale una volta al giorno: in Europa la media sale al 50%.
Internet comincia ad affacciarsi nel panorama dell’informazione: il 39% degli intervistati italiani si connette alla rete quotidianamente. Per aggiornamenti su questioni di rilevanza europea vengono consultate in primis le pagine web dei quotidiani stampati, poi siti istituzionali e infine blog, forum e siti di condivisione. Per il momento i Social Network restano marginali nella funzione informativa, anche se la strada per un loro prossimo dominio sembra già stata intrapresa.  
 

RISORSE:

 



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Assicurazioni

assicurazioni

Energia

energia

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed