Venerdi, 13 Dicembre 2019

Back ECONOMIA Categorie Politica e Società ANALISI DEL PIL PER ABITANTE NELLE VARIE REGIONI EUROPEE: MALE IL MEZZOGIORNO D'ITALIA

ANALISI DEL PIL PER ABITANTE NELLE VARIE REGIONI EUROPEE: MALE IL MEZZOGIORNO D'ITALIA


graph2402.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Nel 2008, il PIL per abitante, espresso in termini di potere d'acquisto standard, dell'Unione Europea a 27, varia da un minimo del 28% della media dell'UE27 registrato nella regione di Severozapaden in Bulgaria ad un massimo del 343% della regione di Inner London nel Regno Unito. A riferirlo è l'ultima indagine dell'Eurostat, l'ufficio statistico dell'Unione Europea. Nella classifica delle regioni con il Pil pro capite più alto troviamo dopo Inner London, il Granducato del Lussemburgo con un Pil superiore al 279% della media Ue, Bruxelles in Belgio (216%), Groningen nei Paesi Bassi (198%), Amburgo in Germania (188%) e Praga nella Repubblica Ceca (172%). Tra le 40 zone in cui il Pil per abitante supera quello della media Ue del 125% vi sono dieci regioni tedesche, cinque dei Paesi Bassi, quattro dell'Austria e del Regno Unito, tre di Spagna e Italia. E ancora due in Belgio e in Finlandia e una ciascuna in Repubblica ceca, Danimarca, Irlanda, Francia, Slovacchia e Svezia, così come in Lussemburgo.
L'Eurostat osserva però che in alcune regioni il Pil pro capite viene significativamente influenzato dai flussi di pendolari. Ciò significa che in queste zone la produzione viene innalzata dai pendolari, raggiungendo un livello che non potrebbe essere raggiunto solamente dalla popolazione residente. Di conseguenza il Pil pro capite risulta maggiore nelle regioni in cui i pendolari lavorano e inferiore in quelle dove questi risiedono.
Le regioni con il più basso livello di Pil pro capite in rapporto alla media si trovano in Bulgaria e Romania. Dopo Severozapaden, troviamo il Nord-Est della Romania (29% della media Ue) tsentralen Severen e tsentralen Yuzhen in Bulgaria (entrambe al 30%).


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Tra le 64 regioni con una quota di Pil per abitante inferiore al 75% del livello medio Ue27 ben quindici sono in Polonia, sette in Repubblica Ceca e Romania,  sei in Bulgaria e Ungheria, quattro in Italia e Portogallo, tre in Grecia, Francia (tutti dipartimenti d'oltremare) e in Slovacchia, due nel Regno Unito, una in Spagna, così come Estonia, Lettonia e Lituania.


IL QUADRO ITALIANO
A livello territoriale la zona italiana con il Pil pro capite più alto in rapporto alla media Ue27 è il Nord-Ovest (126%), seguito dal Nord-Est (124%), seguito dal Centro (116%) e da Sud e Isole (entrambe al 69%). La regione con il Pil per abitante più alto è la Lombardia (134% rispetto alla media), seguita dall'Emilia Romagna (127%), dal Lazio (123%) e dal Veneto (122%). Dall'altra parte le regioni con il più basso Pil pro capite risiedono tutte nel Mezzogiorno con in coda Sicilia, Calabria e Campania (tutte e tre al 66%),

  [Via: EurostatEurostat ]


 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:


CREDIT

kevindooley
kevindooley
by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Assicurazioni

assicurazioni

Energia

energia

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed