Venerdi, 23 Agosto 2019

Back ECONOMIA Categorie Politica e Società Classifica Degli Stati in Base Al Livello di Talento: Italia tra il 23° e il 24° Posto

Classifica Degli Stati in Base Al Livello di Talento: Italia tra il 23° e il 24° Posto


lampadina1407.gif

Il Global Talent IndexGlobal
Talent Index è un indice realizzato dalla società di consulenza Heidrick & Struggles, che monitora diversi parametri economici e sociali per valutare il livello di talento presente (2011) e futuro (2015), nei vari Stati. Ricomprendere il talento in un numero o in una classifica non è un operazione semplice, per questo, lo studio ha preso in considerazione, analizzato e confrontato indicatori economici, demografici, il contesto culturale, l'istruzione, il valore degli investimenti esteri e la fluidità del mercato dei 60 Paesi oggetto della ricerca. Vediamo qualche risultato.
Nel 2011 il podio dei Paesi con un più alto indice di talento è composto dagli Stati Uniti, con un punteggio di 74,2, dalla Danimarca con 64,7 e dalla Finlandia con 63,2. Completano la Top Ten nell'ordine Norvegia (61,9), Singapore (60,2), Australia (60,1), Svezia (59,5), Hong Kong (59,1), Svizzera (58,5) e Paesi Bassi (58,3).
Le previsioni per il 2015 vedono confermate le prime tre posizione, mentre cambiano alcune posizioni in classifica nella top ten. Fa il suo ingresso il Canada, che scala 6 posizioni dal 14° posto del 2011 all'8° del 2015, con un punteggio di 61,3, mentre esce dai primi dieci l'Olanda che scala al 13° posto. Per quanto riguarda le altre posizioni in classifica la Svezia scalza la Norvegia dal 4° posto, Singapore scende dal 5° al 6° posto, l'Australia scende al 7° posto, Hong kong passa dall'8° al 10° posto, mentre la Svizzera conserva la nona posizione. E l'Italia?
I sessanta Paesi considerati nel Global Talent Index, sono ordinati in 4 fasce da 15 unità ciascuno e l'Italia compare nella seconda di queste ripartizioni, sia nel 2011 che nel 2015. Nello specifico nel 2011 il nostro Paese occupa il 24° posto con un punteggio di 46,7, dietro Grecia (23° posto con 46,7), Corea del Sud (22° posto con 48,4) e Spagna (21° posto con 49,7), ma davanti al Giappone che, viene messo da Heidrick & Struggles al 27° posto con 45 punti.
Nel 2015 l'Italia riuscirà a guadagnare una posizione passando al 23° posto (punteggio 48,1) a scapito della Grecia (punteggio 45,7) che subirà un tracollo di dieci posizioni in classifica che la porterà al 33° posto.
Analizzando i singoli parametri l'Italia nel 2011, presenta valori da prima fascia solo nella qualità dell'istruzione obbligatoria dove raggiunge il 14° posto, grazie alla seconda posizione globale nel tasso di iscrizione scolastico alla scuola secondaria, al 3° posto nel rapporto tra il numero di insegnati e alunni nella scuola primaria e al 6° in quello della scuola secondaria inferiore.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Nel 2015 però il ranking dell'Italia nella qualità dell'istruzione obbligatoria scenderà di 9 posizioni. Un secondo parametro in cui sia nel 2011 che nel 2015, l'Italia ben figura è, non senza qualche sorpresa, quello relativo alla propensione ad attrarre talenti, dove il nostro Paese si piazza al 20° posto globale, grazie soprattutto al 15° posto raggiunto nella classifica (16° nel 2015) del reddito disponibile pro-capite. Avremmo potuto raggiungere una posizione migliore se nell'indicatore relativo alla crescita dell'occupazione non ci fossimo piazzati al 48° posto su 60°nel 2011 e al 47° nel 2015. In generale il parametro primario che stronca un po' la nostra classifica è quello demografico, dove ci piazziamo al 43° posto nel 2011 e al 49° nel 2015. Questo è essenzialmente dovuto ai punteggi raggiunti nel tasso di crescita annuale composto (CAGR) relativo alla popolazione nella fascia di età compresa tra i 20 e i 59 anni, dove ci piazziamo al 45° posto nel 2011 e al 51° nel 2015.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

 

CREDIT
Clara ZamithClara
Zamith by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Assicurazioni

assicurazioni

Energia

energia

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed