Giovedi, 14 Novembre 2019

Back Politica e Società Maxiemendamento: Ecco I Principali Provvedimenti

Maxiemendamento: Ecco I Principali Provvedimenti


Maxiemendamento, legge di stabilità

In uno dei momenti più complicati della storia Repubblicana il Ddl stabilità dovrebbe avere l'ok dei due rami del parlamento (Senato e Camera), salvo intoppi dell'ultima ora (esclusi per il momento dalle forze politiche), entro sabato. Vediamo allora quali sono le misure contenute nel Maxiemendamento al disegno di legge di stabilità, che il Ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, ha depositato in commissione Bilancio del Senato. Il testo si compone di 25 articoli e contiene molti dei dictat pretesi dalla BCE, quando di fatto ci ha in qualche modo commissariato.

PENSIONI: l'età minima per l'accesso alla pensione di vecchiaia viene fissata a 67 anni a decorrere dal 2026
 

OCCUPAZIONE GIOVANILE: l'apprendistato diventerà la principale porta di ingresso per i giovani nel mondo del lavoro. Per i primi tre anni non ci saranno contribuiti per i datori di lavoro che occupano fino a nove addetti con contratto di apprendistato. Questa misura si applica dal 2012 al 2016. Contestualmente si aumentano le aliquote contributive per i co.co.pro, cioè per i collaboratori a progetto.
 

DISMISSIONE DI IMMOBILI PUBBLICI: si da il via ad un nuova opera di privatizzazione degli immobili pubblici per un valore stimato di 60 miliardi. Tra gli immobili da dismettere dovrà comparire anche una quota non inferiore al 20% delle carceri non utilizzate e delle caserme in uso alle forze armate. Il Ministero dell'economia potrà accettare come corrispettivo anche titoli di stato
 

DISMISSIONE DI TERRENI: Di questo argomento ci siamo occupati approfonditamente nei giorni scorsi. L'unica novità se così si può dire è che il Ministero delle politiche Agricole dovrà individuare quelli a vocazione agricola non utilizzabili per altri scopi e che i giovani under 40 non avranno diritto di esclusiva ma di prelazione.
 

BENZINA E GASOLIO: aumenteranno (di nuovo!) le accise su benzina e gasolio, che dal 2012 saliranno di un millesimo al litro così come nel 2013.
 
ORDINI PROFESSIONALI: verranno riformati gli ordini professionali in un'ottica si liberalizzazione, ma non verranno eliminati. Saranno invece abolite le tariffe minime e introdotta la possibilità di costituire società tra professionisti. Purtroppo niente abolizione dell'esame di Stato come inizialmente previsto ad inizio estate.
 
MOBILITÀ STATALI: se in un'amministrazione pubblica risultano presenti dipendenti in eccedenza, questi potranno essere trasferiti senza aprire una trattativa con i sindacati. Se i dipendenti rifiuteranno il trasferimento verranno messi in mobilità e riceveranno per al massimo due anni una retribuzione dell'80%.
 
TAV: le aree che riguardano la realizzazione della Tav Torino-Lione vengono definite “ aree di interesse strategico nazionale”. Chi le viola sarà punito a norma dell'articolo 682 del codice penale che prevede l'arresto da tre mesi ad un anno oltre ad una sanzione amministrativa.
 
BONUS NUOVI NATI: sono stati prorogati fino al 2014 i prestiti a tassi agevolati previsti dal Fondo di credito per i nuovi nati.
 
PRIVATIZZAZIONE SERVIZI PUBBLICI LOCALI: L’obiettivo dell'articolo è quello di “realizzare un sistema liberalizzato dei servizi pubblici locali di rilevanza economica attraverso la piena concorrenza nel mercato, e di perseguire gli obiettivi di liberalizzazione e privatizzazione dei medesimi servizi perseguire gli obiettivi di liberalizzazione e privatizzazione dei medesimi servizi”. Si stabilisce inoltre il “potere sostitutivo” del governo nel caso in cui gli enti locali non procedano alle liberalizzazioni.

CONTRIBUTI ALL'EDITORIA: i contributi scendono di 19,55 milioni di euro nel 2012, a 16,25 milioni nel 2013 e a 12,902 milioni nel 2014. Rispetto alle ipotesi originali i tagli sono stati ridotti, visto che erano previsti tagli rispettivamente di 69,8 milioni, 58,06 milioni e 46,14 milioni.
Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

InfoJobs - 468x60_IJIT_blue

     

CREDIT
Howard J DuncanHoward J Duncan by flickr

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Assicurazioni

assicurazioni

Energia

energia

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed