Domenica, 15 Dicembre 2019

Back ECONOMIA Categorie Politica e Società Metà Del Pil Dei Paesi Ocse Viene Prodotto in 90 Grandi Aree Metropolitane

Metà Del Pil Dei Paesi Ocse Viene Prodotto in 90 Grandi Aree Metropolitane


seul1507.gif

Poco meno del 40% della popolazione dei Paesi Ocse vive in novanta grandi aree metropolitane, in cui viene prodotta quasi il 50% dell'intera attività economica degli stati membri. É questo uno dei dati contenuti nella pubblicazione Ocse, Regions at a Glance, in cui l'Organizzazione Per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, analizza i Paesi Membri secondo diversi indicatori. Uno di questi è appunto la presenza di aree metropolitane nei vari paesi Membri, dove per area metropolitana si intende quelle regioni popolazione superiore a 1,5 milioni di persone.
I Paesi in cui è maggiore la concentrazione di persone nelle aree metropolitane sono la Corea con un quota intorno al 70% di cittadini che vivono in queste aree, il Giappone con una percentuale superiore al 55% e gli Stati Uniti con poco meno del 45%. Seguono Irlanda, Olanda e Australia con una percentuale inferiore al 40%, ma comunque superiore alla media Ocse. Tutti gli altri Paesi membri, invece presentano una quota di persone che vivono nelle aree metropolitane inferiore alla media, compresa l'Italia, che risulta al 16° posto totale con una percentuale inferiore al 30%.
Secondo l'Ocse la percentuale di Pil prodotta nelle aree metropolitane varia dal 40% di Seul, a meno dell'1% di Cincinnati, San Antonio e Orlando negli Stati Uniti. In Generale nel decennio che va dal 1997 al 2007 il tasso di crescita del Pil nazionale e quello delle aree metropolitane tendono a coincidere nella media dei Paesi Ocse, ma esistono delle differenze significative. Ad esempio in Polonia il tasso di crescita del Pil delle aree metropolitane è stato più che doppio di quello nazionale (oltre il 9% contro poco più del 4%).


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Differenze significative a favore del tasso di crescita del pil metropolitano si sono registrate anche in Slovacchia, Grecia, Repubblica Ceca, Ungheria e Finlandia, mentre il tasso di crescita del Pil nazionale risulta significativamente superiore a quello metropolitano solamente in Irlanda e Canada. L'Italia è uno di quei Paesi in cui il tasso di crescita nazionale del Pil è stato nel decennio maggiore di quello metropolitano, sebbene le differenze siano minime (di un paio di decimi di punto percentuale).
In generale però rileva l'Ocse, nel rapporto, le regioni urbane, (intendendo non solo le aree metropolitane) tendono ad essere più ricche delle regioni scarsamente popolate. Un fenomeno che si spiega sostanzialmente con livelli di produttività maggiori accompagnati dagli effetti delle economie di scala delle regioni maggiormente popolate.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 
CREDIT
Stuck in CustomsStuck
in Customs by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Assicurazioni

assicurazioni

Energia

energia

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed