Domenica, 8 Dicembre 2019

Back CREDITO Categorie Prestiti GUIDA AI FINANZIAMENTI PER IL FOTOVOLTAICO: L'OFFERTA DI UNICREDIT

GUIDA AI FINANZIAMENTI PER IL FOTOVOLTAICO: L'OFFERTA DI UNICREDIT


unicreditfotovoltaic.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Guida ai Finanziamenti per il Fotovoltaico: l'Offerta di Unicredit | Prestiti | Mutui | Tasso Fisso Variabile | Conto Energia |

Siccome il mercato dei finanziamenti ai progetti fotovoltaici costituisce attualmente uno dei pilastri principali degli impieghi finalizzati del 2010, Unicredit – così come tutte le principali banche italiane – si è fatta trovare pronta con un prestito ad hoc, in grado di erogare un importo di denaro anche piuttosto significativo, da restituire in un piano di ammortamento effettivamente più lungo dell'ordinario. Il prestito fotovoltaico di Unicredit permette infatti di ottenere fino a un massimo di 700 mila euro, i quali costituiscono un importo davvero rilevante, anche sulla base di un confronto con la rimanente parte del panorama bancario e finanziario italiano. Il finanziamento è disponibile sia nella versione ipotecaria (e pertanto con garanzia reale) che in quella chirografaria (prestito personale senza garanzie reale sottostanti).
In entrambi i casi Unicredit permette di indebitarsi sia a tasso di interesse fisso, che a tasso di interesse variabile. Il rimborso delle rate avverrà attraverso addebito automatico sul conto corrente, con cadenza mensile, trimestrale o semestrale. L'erogazione avverrà invece in un'unica soluzione. La durata complessiva del programma di rimborso varia a seconda della tipologia di prestito. Riscontriamo pertanto una durata tra i 2 e i 15 anni per i finanziamenti fotovoltaico ipotecari, e una durata tra i 2 e i 15 anni per i chirografari: una particolarità non riscontrata nella maggioranza delle altre proposte di finanziamento, e che ci lascia non perfettamente convinti, è la previsione di una differente soglia massima di durata per i finanziamenti chirografari per il Centro Sud, che non possono superare i 12 anni, anziché i 15 stimati per il Nord.
Tra le principali condizioni economiche riscontriamo inoltre la presenza di un preammortamento massimo di 1 anno, all'interno del quale il debitore pagherà delle rate composte da sole quote interessi. Ricordiamo infine che per richiedere tale finanziamento è necessario presentare alla filiale di Unicredit una copia della domanda già presentata al gestore della rete locale energetica, che conterrà necessariamente il progetto relativo all'impianto fotovoltaico, il preventivo di spesa, la documentazione con la data di inizio lavori.


APPROFONDIMENTO PRESTITO CHIROGRAFARIO PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO
Questa tipologia di prestito chirografario viene concessa per la realizzazione di un impianto fotovoltaico ammesso al “conto energia ”. La nota informativa ragguaglia sui possibili rischi di questo genere di prestito, sia per quanto riguarda il tasso fisso e quello variabile. Queste sono ascrivibili a possibili fluttuazioni del tasso di interesse a sfavore rispetto alla scelta del tasso fisso o variabile del prestito. Viene segnalato anche il rischio di variazioni in senso sfavorevole delle commissioni e spese applicabili al finanziamento. (che attualmente sono uguali per le due tipologie di presito)


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



L'interesse del prestito a tasso fisso è calcolato a partire dal valore del parametro EuroIrs 10 anni aumentato di uno spread massimo di 2,50 punti. Al 21 aprile 2010 il tasso di interesse finale era del 5,75%, pari al valore dell'EuroIRs ( 3,25%) maggiorato dello spread pari al 2,50%
Per quanto riguarda invece il prestito a tasso variabile, il tasso di interesse sarà pari all'Euribor (Euro Interbank Offered Rate) a 3 mesi, arrotondato allo 0,05 superiore e maggiorato di uno spread massimo di 2,50 punti . Al 21 aprile 2010 il tasso di interesse Euribor a tre mesi era pari a 0,70% che maggiorato del 2,50% dava luogo ad un tasso finale del 3,20%.
Oltre al tasso di interesse sono previste, sia per il prestito a tasso fisso che per quello a tasso variabili, spese di istruttoria pari all 1% dell'importo richiesto. Gli interessi di mora sono pari a 2 punti percentuali rispetto al tasso in vigore, mentre le spese di incasso rata sono pari a 1,50 euro, quelle di produzione e di invio di comunicazioni pari a 1,13 euro oltre alle spese postali di spedizione a mezzo raccomandata ove previsto . Non sono previste spese invece per quanto riguarda l'estinzione anticipata, (vedi di cosa si tratta ) o per l'eventuale portabilità del finanziamento .
E' poi disponibile come servizio aggiuntivo per entrambi i tipi prestiti una polizza che garantisce in caso di morte dell’assicurato, l’estinzione del debito

   



RISORSE:

CREDIT
Si ringrazia l'utente
eastpoleeastpole di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed