Giovedi, 14 Novembre 2019

Back CREDITO Categorie Prestiti L'Indebitamento Delle Famiglie Negli Ultimi Tre Anni è Cresciuto Del 36,4%

L'Indebitamento Delle Famiglie Negli Ultimi Tre Anni è Cresciuto Del 36,4%


indebitamento famiglie, risparmio, crisi

Tra le prerogative che hanno da sempre caratterizzato le famiglie italiane si segnalano: un basso tasso di indebitamento, favorito anche dalla forte presenza di nuclei familiari proprietari dell'abitazione in cui vivono, e un alto tasso di risparmio.
La crisi sta rimescolando un po' le carte in tavola, tanto che secondo il recente rapporto Eurispes quasi la metà delle famiglie deve usare i risparmi per arrivare a fine mese e a causa di tasse e contributi si riduce sempre di più il tempo del risparmio.
Sul fronte dell'indebitamento fino a non molto tempo fa sia l'Abi che la Cgia di Mestre rilevavano che l'indebitamento delle famiglie italiane, sia in senso assoluto che per ciò che riguarda il credito al consumo, era tra i più bassi d'Europa.  

Se i dati attuali tendono comunque a confermare questa situazione, si rileva come l'indebitamento delle famiglie sia cresciuto in maniera decisamente significativa negli ultimi tempi. É la stessa associazione degli artigiani Mestrini a rilevare il fenomeno sottolineando che dallo scoppio della crisi a settembre 2011, l'indebitamento delle famiglie italiane è cresciuto del 36,4%. In termini assoluti l'importo medio del debito di ciascuna famiglia è di 19.981 euro. Il dato descrive l'indebitamento delle famiglie consumatrici con il sistema bancario e somma i finanziamenti dovuti all'accensione di mutui immobiliari, i prestiti per l'acquisto di beni e il credito al consumo.

Il perdurare della crisi e le scarse prospettive per il prossimo biennio, caratterizzato secondo l'Abi da contrazione del Pil e difficoltà del mercato del lavoro, aggrava il problema dell'indebitamento soprattutto per le fasce di popolazione con disponibilità economiche medio-basse. Nello specifico le famiglie più a rischio a causa dell'indebitamento sono quelle meno abbienti residenti nelle grandi aree metropolitane, la cui situazione economica è peggiore rispetto ai nuclei ubicati nelle realtà medio piccole, soprattutto a causa del fatto che in quest'ultime il costo della vita è solitamente inferiore.
A livello territoriale le famiglie più indebitate risultano essere quelle delle provincia di Roma con un indebitamento medio pari a 29.287 euro, seguite da quelle della provincia di Lodi (28.470 euro) e da quelli residenti in provincia di Milano (28.251 euro). Dall'altra parte i valori più bassi si registrano nelle province di Ogliastra (8.593 euro), Enna (8.845 euro) e Vibo Valentia (9.342 euro).
In termini relativi nei tre anni della crisi che vanno dal 2008 al 2011, l'indebitamento medio delle famiglie è cresciuto in termini percentuali in misura maggiore nella famiglie di Livorno (+57,1%), di Grosseto (+56,4%) e di Asti (+55,5%). Le crescite più basse invece si sono registrate a Bolzano, Sondrio e Biella con un incremento dell'indebitamento delle famiglie pari rispettivamente a 15,9%, +19,3%, e +20,5%. Infine in termini assoluti, spiega la Cgia, lo stock di debito che pesa su tutte le famiglie italiane ammonta a poco più di 503 miliardi di euro.

468x60_spesa

RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed