Sabato, 7 Dicembre 2019

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie Solare ITALIA SEMPRE PIÙ PAESE DEL SOLE: RAGGIUNTO IL SECONDO POSTO PER POTENZA FOTOVOLTAICA INSTALLATA

ITALIA SEMPRE PIÙ PAESE DEL SOLE: RAGGIUNTO IL SECONDO POSTO PER POTENZA FOTOVOLTAICA INSTALLATA


prestitifotvolfindo.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Se il 2010 è stato un anno nero per l'eolico, con un calo di circa un quarto delle istallazioni, lo stesso non si può dire del fotovoltaico che ha fatto registrare un aumento della potenza installata del 160%. A riferirlo è stato il Gse (Gestore dei Servizi Energetici) nel corso di un'audizione alla X Commissione Senato nell’ambito dell’acquisizione dei pareri relativi allo schema di Decreto Legislativo, approvato lo scorso 30 novembre dal Consiglio dei Ministri, che recepisce la Direttiva 28/2009 CE. Secondo quanto riportato dallo stesso GSE, la nuova potenza fotovoltaica installata nel 2010, sarebbe pari a 1850 MW, contro i 711 MW di fine 2009, con una richiesta di ammissione agli incentivi pari a 2.800 MW su oltre 140 mila impianti. Se si considerano poi le domande sempre relative allo scorso anno, ma che continueranno ad arrivare entro fine febbraio, si può stimare che la potenza complessiva a fine 2010 potrebbe aver raggiunto il valore di 3 mila MW su 150 mila impianti.
In più, specifica il GSE, sono giunte comunicazioni per circa 55 mila ulteriori impianti per una potenza di 4 mila MW, che se confermate potrebbero portare a fine 2010 la potenza complessiva degli impianti installati (considerando anche quelli non ancora collegati alla rete elettrica) a 7 mila MW su 200 mila impianti contro i 1.142 MW di fine 2009. Un dato sicuramente ottimistico, ma che se confermato, potrebbe far raggiungere al nostro Paese, già nel corso del 2011 gli 8 mila MW di potenza installata, ovvero il target previsto dal Piano di Azione Nazionale sulle fonti rinnovabili per il 2020 , relativo agli impianti fotovoltaici. Si tratterebbe di un risultato storico, che d'altra parte, però confermerebbe i dubbi di Legambiente sul fatto che il Piano di Azione sia effettivamente sottostimato.


IL COMMENTO DI ASSOSOLARE E DI ISES ITALIA
Il presidente dell’Associazione nazionale dell’industria solare fotovoltaica, Gianni Chianetta, esprime grande soddisfazione per i dati presentati dal GSE, sottolineando come i 7 GW pongono l'Italia al secondo posto a livello mondiale.
Una tale potenza installata può generare circa 8,5 TW/h corrispondenti a oltre 4,6 milioni di tonnellate di CO2 evitate all'atmosfera, e a circa il 3% della produzione nazionale di energia elettrica, il 2% in più rispetto allo scorso anno.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Chianetta ha poi evidenziato che tali target, impongono al Governo di rivedere gli obiettivi fissati nel Piano di azione nazionale per le fonti rinnovabili e che risulta necessario proseguire su questa strada per riuscire a contendere il primato mondiale alla Germania. Per fare ciò, conclude Chianetta, si rende indispensabile modificare il decreto legislativo sulle rinnovabili, ad esempio eliminando la restrizione prevista per gli impianti su aree agricole e cercando di evitare cambiamenti nel sistema incentivante che possano bloccare gli investimenti.
Positivo anche il commento del presidente di Ises Italia Giovanni Battista Zorzoli, secondo cui i risultati illustrati dal Gse vanno oltre le più rosee aspettative. Anche per Zorzoli tali risultati dimostrano come le previsioni contenute nel Piano di azione nazionale per le fonti rinnovabili fossero fin troppo conservative. Occorre perciò prevedere nuovi e più avanzati target per il 2020, continua Zorzoli, per non rallentare lo sviluppo di un settore che rappresenta ormai una realtà economico-produttiva e occupazionale in Italia.

[Via: GseGse ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Energia

energia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed