Mercoledi, 17 Luglio 2019

Back Scuola ed Istruzione Lauree Ad Honorem: Cambiano i Requisiti a Favore Del Merito

Lauree Ad Honorem: Cambiano i Requisiti a Favore Del Merito


laurea ad honorem, dottori, Ministero Istruzione

Ad appena una settimana dalla polemica nata in merito al riconoscimento della laurea ad honorem al ministro Annamaria Cancellieri, ex prefetto di Catania, il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo ha firmato una circolare che pare essere una risposta al dibattito e che interpreta in senso restrittivo i requisiti quantitativi e di merito relativi all’assegnazione delle onorificenze assegnate dagli atenei. L’obiettivo è quello di rispettare la ratio di questo istituto e non svilirne la natura meritocratica e il valore. Se è vero infatti che si tratta di un riconoscimento simbolico lo è altrettanto che chi ne viene insignito vanta comunque il titolo di “dottore” nella materia di competenza.
Con le nuove disposizione si blocca in primis il numero: non più di cinque lauree ad honorem all’anno e solamente per le università più grandi.

Per quanto riguarda il merito sarà imposto un forte freno nella scelta delle personalità meritevoli della laurea honoris causa. Negli ultimi anni infatti sono state molte le attribuzioni di dubbia giustificazione meritocratica: da Valentino Rossi (Università di Urbino) a Vasco Rossi (Iulm di Milano), da Antonio Fazio (ex governatore della Banca d’Italia coinvolto nello scandalo della Banca Antonveneta) insignito del titolo onorifico a Catania nel 2002.

Passando all’imprenditore Francesco Bellavista Caltagirone (arrestato il mese scorso per truffa aggravata) che ha ricevuto la pergamena nella stessa università, nel 2009, fino alla proposta dell’Università di Varese a favore di Umberto Bossi. Un vero e proprio business indirizzato purtroppo spesso più che altro ad incrementare il prestigio degli atenei. Ma attribuire lauree come fossero caramelle e solo per scopi pubblicitari non fa che svilirne il valore e suscitare frustrazione negli studenti iscritti.
Da oggi invece presupposto fondamentale per l’attribuzione di lauree ad honorem è l’esistenza di meriti scientifici, umanitari o sociali o comunque di indubbio rilievo. La lettera peraltro non fa che confermare quanto previsto dall’articolo 169 del testo unico approvato con regio decreto 1592/1933, che subordinava il conferimento della laurea honoris causa alla realizzazione di “ opere compiute o pubblicazioni fatte, siano venute in meritata fama di singolare perizia nelle discipline della Facoltà per cui è concessa”.
 
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Green Economy

greeneconomy
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed