BlogRisparmio.it

Venerdi, 22 Giugno 2018

Back CREDITO

Trading

Tobin Tax: Che Cos'è e Che Effetti Ha Sulle Transazioni Finanziarie

Tobin tax, speculazione, transazioni finanziarie, crisiLa speculazione finanziaria sfrenata che ha dato origine alla crisi economica più grande dopo quella del '29, e che ancora oggi disturba il futuro dei Paesi più deboli dal punto di vista finanziario potrebbe presto subire un grosso freno. La Commissione Europea ha infatti intenzione di introdurre dal 1° gennaio 2014 un'imposta sulle transazioni finanziarie tra operatori professionali, in cui almeno una delle due controparti sia all'interno dell'Ue. Questa imposta, ribattezzata Tobin Tax, in onore dell'economista americano premio nobel James Tobin, che per primo la teorizzò nel 1972 per fermare la speculazione nel mercato dei cambi, dovrebbe garantire alle casse della Commissione un gettito di circa 55 miliardi di euro miliardi l'anno. Vediamo di capire meglio di cosa si tratta.

Add a comment

Prestiti per lo Studio: l'Identikit di Chi Chiede Un Finanziamento per la Propria Formazione

Studenti, prestiti, formazione, universitàPrestiti.it, importante portale web dedicato ai finanziamenti di ogni tipo (personali, per la casa, per l’auto, cessione del quinto ecc.) ha reso note le statistiche relative ai prestiti richiesti dagli italiani per finanziare gli studi.
L'indagine ha riguardato i finanziamenti relativi alla formazione universitaria, corsi di specializzazione, master post lauream o anche semplicemente per i costi da sostenere per vivere fuori sede presso la città dove si svolgono gli studi. Nel corso dell’ultimo anno, le richieste per questo genere di prestito sono state complessivamente 40 mila, una cifra davvero notevole che sottolinea come gli italiani, nonostante le difficoltà dell’odierno mondo del lavoro, siano sempre più disposti ad investire in formazione per aprirsi nuove opportunità professionali.

Add a comment

Mutui: Giovani, Dipendenti e con un Buon Stipendio, l'Identikit di Chi li Richiede Sul Web

MutuiL’osservatorio mutui di Mutui-Internet.it, portale dedicato ai finanziamenti web, ha pubblicato i dati relativi ai profili più diffusi dei consumatori che utilizzano la rete per richiedere finanziamenti.
Mutui-Internet.it ha dato vita ad un centro studi permanente per analizzare l’andamento del mercato online dei finanziamenti, e dalla rilevazione più recente, ovvero quella relativa al trimestre, aprile-giugno 2011, è emerso un profilo abbastanza definito del consumatore-tipo che utilizza il web con questo scopo.
L’età media è risultata essere abbastanza bassa, 37 anni, e si è peraltro ridotta di un anno rispetto al primo trimestre del 2011. Da questo punto di vista la regione con l’età media minore è risultata la Valle d’Aosta con 34 anni, mentre quella con l’età media più alta è stata la Basilicata con 43 anni.

Add a comment

Borsa: In 5 Anni I 50 Maggiori Gruppi Azionari Hanno Perso il 41% Del Valore e il 32% Degli Utili

Borsa, Banche, Capitalizzazione, Utili, Crisi EconomicaLa crisi economica e finanziaria che si è abbattuta sui mercati non ha di certo risparmiato l'Italia, che tra il 2006 e il 2010 ha visto volatilizzarsi il 41% della propria capitalizzazione di borsa. É questa la fotografia scattata dall'Annuario elaborato dal Centro Ricerca e Sviluppo di Mediobanca sui 50 maggiori gruppi quotati alla borsa valori. Nello specifico sono stati presi in considerazione 39 gruppi industriali, 6 bancari e 5 assicurativi, sulla base di una classifica dimensionale che ha tenuto conto di tre parametri: il capitale investito, il valore aggiunto e la capitalizzazione delle azioni flottanti. Dalle anticipazioni sui dati si evince che i gruppi principali presi in analisi hanno mostrato una perdita in questo ultimo quinquennio del 32% del risultato netto, passato da 38,5 a 26,2 miliardi di euro.
Add a comment

Le Differenze Nell'Accesso Al Credito per le Piccole Imprese e l'Indebitamento Delle Famiglie

accesso al credito, piccole imprese, indebitamento famiglieL'’Ufficio studi di Confartigianato ha pubblicato i dati relativi ad una ricerca dedicata all’'analisi dei finanziamenti bancari alle piccole imprese, da cui è emerso che nel mese di aprile 2011 lo stock di credito erogato dalle banche a favore delle aziende di dimensioni inferiori ai 20 addetti è stato pari ad oltre 172 mila, una cifra che corrisponde al 19% del totale dei finanziamenti concessi alle imprese italiane.
Dallo studio sono emersi netti divari nelle possibilità di accesso al credito da parte delle piccole imprese: le aziende meridionali fanno molta più fatica ad ottenere dei prestiti, specialmente le piccole imprese calabresi.
Add a comment

Risparmio: il 52,8% Degli Italiani Ritiene Impossibile Risparmiare, al Sud si Sale Al 67,7%

risparmio, investimenti, famiglia, internet banking, azioni, obbligazioniIn Italia i cittadini che riescono a risparmiare sono il 47,2%, ma il tasso di risparmio continua a scendere e si attesta, nel 2011, al 9%. Sono questi alcuni dei dati contenuti nella "“Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani – 2011Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani – 2011"”, realizzata dal Centro di ricerca e documentazione Luigi Einaudi e da Intesa Sanpaolo, su un campione di 1057 capofamiglia, con l’'unico requisito che fossero correntisti bancari e/o postali.
Secondo l'indagine il 45% degli intervistati sostiene che la crisi economica non sia ancora terminata e che i suoi effetti si faranno sentire sui bilanci di famiglia anche nel corso del 2011.

Add a comment

Multinazionali: Sono 15 le Società Italiane tra le Più Grandi Al Mondo

Eni, Multinazionali, Società, MediobancaLa più grande multinazionale del mondo si conferma, per il sesto anno consecutivo Toyota, che con un totale di 269 miliardi di euro di attivo, si mette dietro la Royal Dutch Shell, multinazionale petrolifera inglese con 237,6 miliardi di euro e l'Azienda Energetica Americana ExxonMobil con 226,4 miliardi di euro. É questo uno dei dati che emerge dalla sedicesima indagine annuale sulle principali imprese multinazionali del mondo, di industria, TLC ed utilities realizzata da R&S MediobancaR&S Mediobanca. L'edizione 2011 ha preso in considerazione complessivamente 375 multinazionali mondiali con fatturato superiore ai 3 miliardi di euro, di cui 324 facenti parte del settore dell'industria e dove risultano occupati complessivamente quasi 29 milioni di lavoratori (di cui 700 mila in Italia).
Add a comment

Le Donne Sono Più Attente ai Risparmi e Più Caute Negli Investimenti Rispetto Agli Uomini

donne, investimenti, risparmio, IspoIspo, Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione, ha realizzato un'’indagine dedicata all’'analisi del comportamento finanziario di uomini e donne in periodo di crisi economica. I risultati emersi smentiscono ampiamente alcuni luoghi comuni per cui le donne sarebbero più propense a spendere e ad avere meno cura dei propri risparmi.
La ricerca, realizzata per Intesa Sanpaolo, si è articolata su 5510 interviste, di cui 2277 a uomini e 3233 a donne, ed ha evidenziato anzitutto un maggiore preoccupazione per il futuro da parte del campione femminile, sia a livello collettivo che individuale.

Add a comment

Banche e Poste: Al Via Maggiori Tutele per i Correntisti con il Tracciamento Dei Dati

Garante della Privacy, poste, banche, sicurezza, conto correnteIn un momento storico in cui la sicurezza online non sembra passarsela bene, con gli attacchi hacker sia a siti governativi (l'ultimo quello Del FMI) che a Colossi come Sony, il Garante della privacy interviene per migliorare i livelli di sicurezza delle banche.
Nello specifico il garante ha fissato misure rigorose a protezione dei dati di correntisti di banche e Poste Italiane spa, a cui gli operatori dovranno attenersi per blindare il sistema informativo. L'obiettivo è quello di garantire un corretto trattamento dei dati dei correntisti, affinchè non si verifichino accessi non autorizzati e intrusioni indebite negli istituti bancari.
Add a comment

Arbitro Bancario Finanziario: Nel 61% Dei Ricorsi Decisioni Favorevoli Ai Clienti

Arbitro bancario finanziario, Bankitalia, Conciliazione, bancheL'’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) è un sistema ADR (Alternative Dispute Resolution) che fornisce ai clienti, insoddisfatti delle risposte degli uffici reclami delle banche e delle società finanziarie, un modo semplice, rapido ed economico per risolvere la controversia in atto, in maniera stragiudiziale. Si tratta di uno strumento molto importante, operante dal 15 ottobre 2009, che ha incontrato via via sempre maggior successo tra i consumatori.
A riferirlo è la "Relazione sull'attività svolta dall'Arbitro Bancario FinanziarioRelazione sull'attività svolta dall'Arbitro Bancario Finanziario", predisposta dalla Banca D'Italia in cui viene fatto un bilancio delle attività svolte da questo organismo nel primo anno di attività. Vediamo più in dettaglio come è andata.
Add a comment

Carte di Pagamento: con un Maggiore Utilizzo si Sottrarrebbero 3 Punti di PIL all'Economia Sommersa

Abi, carte di credito, contanti, moneta elettronica, economia sommersaIn occasione del convegno Spin 2011, appuntamento annuale di ABI dedicato ai sistemi di pagamento, l'’Associazione Bancaria Italiana ha presentato una ricerca dedicata alle carte di pagamento, da cui è emerso che al diminuire dell'’utilizzo del denaro cartaceo, dunque all'aumentare dell'’utilizzo dei sistemi di pagamento elettronici, si registrano importanti diminuzioni del volume di economia sommersa.
Con un maggiore utilizzo di carte di pagamento, quali Bancomat, carte di credito e prepagate, secondo l'ABI si potrebbero recuperare fino a 40 miliardi di euro, una somma pari a 3 punti di Pil, sottraendoli così all’'economia sommersa .
Add a comment

La Classifica Delle Città Italiane in Base Alla Capitalizzazione Delle Spa Del FTSE MIB

Borsa, Spa, capitalizzazioneNei giorni scorsi uno studio di Confindustria ha sottolineato che le tasse sulle Società per Azioni in Italia sono il doppio della Spagna e più alte che in Germania e Regno Unito. Avere sede in uno di questi tre Paesi è perciò molto più conveniente che averla in Italia.
Oggi vogliamo vedere dove le Società Per azioni Italiane quotate alla borsa valori di Milano hanno sede lungo il territorio italiano. La classifica delle città italiane in base alla capitalizzazione delle spa che vi hanno sede è stata realizzata da Simon-Kucher & Partners, che ha analizzato in uno studio le 38 società quotate del paniere FTSE MIB.
Add a comment

Credito al Consumo: Da Oggi Più Tutele per i Consumatori Che Richiedono un Finanziamento

consumatori, credito al consumo, bancheSono in arrivo importanti novità per tutti i cittadini che richiedono un prestito a banche o altri istituti specializzati: la Direttiva europea 2008/48/CE, recepita dal decreto legislativo 141/2010, ha infatti avviato definitivamente la riforma del credito al consumo. Questa riforma in sostanza prevede diverse nuove tutele a favore dei soggetti che richiedono un finanziamento, garantendo soprattutto trasparenza e massima chiarezza nelle clausole.
Gran parte delle regole previste da questa nuova normativa sono entrate in vigore proprio dal 1 giugno; i soggetti erogatori dei finanziamenti hanno infatti avuto 90 giorni di tempo per adeguare i propri servizi ai nuovi standard.

Add a comment

Abi: in Calo le Rapine in Banca, Sempre Più Efficienti le Misure di Sicurezza

Abi, rapine in banca, sicurezzaSecondo un'’indagine condotta da Ossif, il centro di ricerca dedicato alla sicurezza dell'’Associazione Bancaria Italiana (Abi), nel 2010, le rapine in banca sarebbero in netta diminuzione nel nostro Paese.
Il calo registrato riguarderebbe sia l’'aspetto puramente quantitativo delle rapine che l'ammontare del bottino complessivo, e risulta diffuso in maniera abbastanza omogenea in tutte le regioni d’Italia.
Precisamente, nel 2010 si sono verificati complessivamente 1.423 colpi allo sportello, ovvero una cifra inferiore del -18,4% rispetto al 2009, quando le rapine erano state in tutto 1.744.

Add a comment

I Compensi Degli Amministratori Della SPA Italiane Sono Cresciuti Dell'8%, Capiamo il Perchè

Amministratori delegati, spa, stipendio, dirigentiDopo gli anni bui della crisi i compensi degli amministratori delegati delle società quotate italiane tornano a crescere. Va detto, come segnala un'indagine dello Studio Ambrosetti, che l'aumento delle remunerazione delle società quotate è stato un fatto globale nel 2010. Infatti In Francia il totale dei compensi dei direttori generali delle aziende del CAC40 è stato pari a 98 milioni di euro, in crescita del 24% rispetto all'anno precedente. Lo stesso negli Stati Uniti dove le retribuzioni dei CEO delle principali società dell'’indice S&P 500 sono aumentate del 27%. In Italia, l'aumento è stato più contenuto e pari all'11% rispetto al 2009, per un totale di circa 88 milioni di euro.

Add a comment

Sette Italiani su Dieci Hanno il Bancomat ma Solo Uno su Due lo Usa per Prelievi e Acquisti

Atm, abi, sicurezza, bancomat, contantiIn Italia il rapporto con il denaro contante è molto sentito, tanto che sei cittadini su dieci non escono mai di casa senza, e, secondo la Banca Centrale Europea nel nostro Paese dove si raccoglie il 20% delle Banconote circolanti in Europa. Tutto questo amore va a discapito dei sistemi di pagamento elettronici che in Italia, sono si più diffusi rispetto al passato, ma comunque non molto utilizzati. Parlando dello strumento elettronico più diffuso, il bancomat, Secondo una ricerca Wincor Nixdorf realizzata in collaborazione con Doxa, il 70% degli italiani ne possiede almeno uno, ma solamente il 52% della popolazione lo usa per prelevare e il 53% per fare acquisti, un dato comunque in crescita rispetto al passato.
Add a comment

Prestiti: Ecco Quali Differenze Distinguono le Richieste di Finanziamento da Parte di Uomini e Donne

prestiti, uomini, donne, finanziamentiSecondo un'’indagine condotta dal portale web Prestiti.it, specializzato nel confronto tra le varie opportunità di finanziamento da parte di banche ed altre aziende del settore, ci sarebbero delle sostanziali differenze per quanto riguarda i prestiti richiesti dalle donne e dagli uomini in Italia, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo.
La ricerca è stata condotta prendendo in analisi oltre un milione di richieste di prestito personale che sono state avanzate nel corso dell’'ultimo semestre. Il primo elemento significativo è che la grande maggioranza dei cittadini che richiedono finanziamenti sono uomini: il 76,5% delle richieste di prestito appartiene infatti a cittadini di sesso maschile, mentre solo il 23,5%, invece, a donne.

Add a comment

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed