Domenica, 26 Maggio 2019

Back ECONOMIA Categorie Alimentari OGNI FAMIGLIA ITALIANA BUTTA NELLA SPAZZATURA IN MEDIA 515 EURO, IL 9% DEL TOTALE DELLA SPESA

OGNI FAMIGLIA ITALIANA BUTTA NELLA SPAZZATURA IN MEDIA 515 EURO, IL 9% DEL TOTALE DELLA SPESA


adocspazzarifiu2611.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Più Volte su Blogrisparmio ci siamo occupati di sprechi nella spesa alimentare, segnalando come nel nostro Paese viene sprecata ogni anno una quantità di cibo tale da poter nutrire 44 milioni di persone (l'intera popolazione della Spagna) per un valore che ammonta a circa 37 miliardi di euro, (il 3% del PIL). Oggi torniamo sull'argomento per segnalare la denuncia dell'associazione dei consumatori Adoc, che in occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (20-28 novembre ndr) ha rilanciato il tema degli sprechi alimentari. Secondo un'indagine dell'associazione ogni famiglia italiana butta ogni anno nella spazzatura, in media 515 euro, pari al 9% della spesa totale effettuata.
Sul totale della spesa sprecata quasi un quinto (il 23,10%, pari a 119 euro) finisce nel cassonetto durante le feste: 50 euro a Natale (9,7% del totale), 20 euro a Capodanno (3,89%), 38 euro a Pasqua (7,37%) e 11 euro nelle altre feste (2,13%).
Secondo il presidente dell'Adoc, Carlo Pileri, cestinare il 9% della spesa alimentare annua è: “un lusso che non possiamo più permetterci” , anche se, rileva come rispetto allo scorso anno la somma totale sprecata sia diminuita dell'8,9% (erano 561 euro nel 2008). Un dato che con tutta probabilità dipende anche dagli effetti della crisi sui consumi che secondo l'Istat sono calati del 2,9%, mentre la riduzione della spesa è stata secondo la Cgia di Mestre di 516 euro all'anno a famiglia.
L'Associazione punta il dito soprattutto contro le esagerazioni durante le feste, come Natale e Capodanno, dove una più attenta considerazione del cibo permetterebbe di risparmiare abbastanza denaro per fare la spesa per altre due settimane.
In tema di sprechi secondo l'indagine dell'Adoc, il 37% dei prodotti che si buttano via sono quelli freschi, seguita dal pane (19%), da frutta e verdura (17%) e da affettati (9%). Crescono del 2% nell'ultimo anno gli sprechi
dei prodotti in busta (8% del totale), mentre rimangono stabili gli sprechi di pasta (4%), scatolame (3%) e surgelati (3%). Per l'associazione il motivo principale per cui si spreca è l’eccesso di acquisto generico (36% del totale), sebbene sia in calo del 3% a confronto con l’anno passato.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Diversamente aumentano gli sprechi per eccesso di acquisti per offerte speciali (dal 21 al 24%) e a causa della scadenza del prodotto (dal 24 al 25%). In calo rispetto allo scorso anno gli sprechi per acquisti di novità non gradite (dal 9 all'8%), mentre stabili al 7% gli sprechi dovuti a prodotti non necessari.
Secondo l'AdocAdoc un secondo problema fondamentale connesso allo spreco alimentare è la gestione dei rifiuti visto che la raccolta differenziata incide in media per il 30% sul totale dei rifiuti, mentre al sud le percentuali sono molto più basse, pari, rileva l'associazione, a circa il 15%. A tal proposito ricordiamo che secondo l'ultima rilevazione Istat la percentuale nazionale di raccolta differenziata è pari al 30,4%, mentre la percentuale relativa al Sud (isole escluse) è del 20,4%.
In chiusura segnaliamo il contributo della Coldiretti alla lotta agli sprechi, con alcuni consigli per una cucina antispreco alternativa in grado di coniugare utilità sociale, risparmio e gusto.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed