Lunedi, 16 Dicembre 2019

Back ECONOMIA Categorie Case ed Immobili AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE


ristrutturazioni edilizie.gif

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato una nuova guida della serie “L'Agenzia Informa” dedicata alle agevolazioni fiscali sulle ristrutturazioni edilizie. La guida, denominata appunto: “Ristrutturazioni Edilizie: Le agevolazioni Fiscali”, focalizza l'attenzione sugli aspetti principali che regolano la concessione dei benefici fiscali per chi si accinge a ristrutturare la casa o pensa di acquistare l'immobile direttamente dall'impresa di costruzione o ristrutturazioni. Il pacchetto delle agevolazioni sulle ristrutturazioni fiscali, introdotte per la prima volta nel 1998 e prolungate dalla legge finanziaria per il 2008 fino a tutto il 2010, si compone di tre distinte misure: Detrazione Irpef per i lavori di ristrutturazioneAgevolazione IvaDetrazione Irpef per l'acquisto o l'assegnazione di case ristrutturate

Collegamenti Sponsorizzati
 

DETRAZIONE IRPEF PER I LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE
Il beneficio risiede nella possibilità di usufruire, mediante la presentazione della dichiarazione dei redditi, di uno sconto dall'irpef pari al 36% delle spese sostenute per interventi di manutenzione straordinaria (o ordinaria per gli immobili condominiali), di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia. La detrazione, riferibile ad un tetto massimo di spesa pari a 48mila euro, deve essere ripartita in dieci rate annuali di pari importo, o nel caso di proprietari che hanno compiuto 75 o 80 anni, è prevista la ripartizione rispettivamente in cinque o tre rate. Tutti i contribuenti ammessi all'agevolazione (inquilini, comodatari, familiari conviventi) devono però obbligatoriamente ripartire la detrazione in dieci anni, indipendentemente dall'età. Nella guida viene indicato anche il procedimento corretto per poter fruire della detrazione fiscale, compresi i documenti da inviare al centro operativo dell'Agenzia delle Entrate di Pescara, all 'Asl e la documentazione di pagamento da fornire all'impresa esecutrice dei lavori.

AGEVOLAZIONE IVA
E' stata prorogata fino al 2010, l'applicazione dell'aliquota Iva agevolata del 10% alle prestazioni di servizi relative agli interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente. Viene data notizia di come l'accesso alle agevolazioni Iva consenta da quest'anno la possibilità di non evidenziare il costo della manodopera utilizzata, tuttavia tale semplificazione non è valida per poter usufruire della detrazione irpef del 36% di cui sopra. L'indicazione della manodopera in fattura rimane un requisito fondamentale per la detrazione irpef ma non per usufruire dell'aliquota Iva agevolata.


DETRAZIONE IRPEF PER L'ACQUISTO O L'ASSEGNAZIONE DI CASE RISTRUTTURATE
Ritorna da quest'anno la detrazione a favore di chi acquista o risulta assegnatario di un immobile oggetto di interventi di recupero realizzati a partire dal mese di gennaio 2008 e che si concludono entro il 31 dicembre del 2010. L'agevolazione spetta per gli acquisti e le assegnazioni avvenute entro il 30 giugno 2011 riguardanti immobili facenti parte di fabbricati interamente ristrutturati da parte di imprese di costruzione o di ristrutturazione immobiliare o da cooperative edilizie. Si ricorda che, indipendentemente dal valore degli interventi eseguiti, il 36% della detrazione spettante si calcola sul 25% del prezzo di vendita o di assegnazione dell'immobile, fatto fermo il tetto di 48mila euro.

Un capitolo a parte è poi dedicato alla detrazione degli interessi passivi sui mutui ipotecari contratti per la costruzione o la ristrutturazione dell'abitazione principale. Questa agevolazione , per la quale non è prevista alcuna scadenza, consiste nella possibilità di detrarre dall'Irpef, in presenza di determinate condizioni, il 19% degli oneri sostenuti, entro l'importo massimo di 2.582,28 euro. La guida , disponibile per il download presso il sito dell'Agenzia delle entrate , al seguente indirizzoseguente indirizzo, verrà distribuita gratuitamente e fino a esaurimento delle copie, presso tutti gli uffici locali dell'Agenzia.

 

[UPDATE] l'Agenzia delle Entrate ha rilasciato un aggiornamento della guida, disponibile a questo indirizzo, con tutte le novità della normativa

 



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Mutui

mutui

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed