Venerdi, 15 Novembre 2019

Back ECONOMIA Categorie Consumatori L'ANTRITRUST CHIEDE A RAI E MEDIASET DI ESCLUDERE DAI SISTEMI DI TELEVOTO LE “UTENZE BUSINESS”

L'ANTRITRUST CHIEDE A RAI E MEDIASET DI ESCLUDERE DAI SISTEMI DI TELEVOTO LE “UTENZE BUSINESS”


televotoantitrustcallcenter.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

L'Antitrust ha deciso di fare chiarezza su un sistema di partecipazione attiva dei telespettatori ai programmi televisivi molto diffuso ormai da decenni: il televoto.
Come tutti sapranno, grazie al televoto è possibile esprimere un parere, attraverso una telefonata, che influisce sul seguito della trasmissione. Basti pensare a trasmissioni molto popolari come Miss Italia, in cui il televoto è uno dei mezzi attraverso i quali si decide il passaggio dei turni, ed ai vari reality show, in cui si richiede ai telespettatori con lo stesso sistema di scegliere il concorrente che desiderano eliminare.
Non si tratta, è bene precisarlo, di un servizio gratuito: ogni televoto ha infatti un costo che viene addebitato sulla bolletta dell’utente o semplicemente viene scalato dal credito, dall’operatore in questione nel caso si tratti di telefonia mobile (negli ultimi anni si è molto diffuso anche il televoto via SMS).
Molti consumatori si sono rivolti ad Antitrust per far escludere le cosiddette “utenze business” dal sistema di voto, ovvero tutti i call-center impiegati per il televoto, degli autentici investimenti economici finalizzati per favorire un determinato concorrente. E’ evidente che le utenze business falsano l’andamento del televoto rendendo pressoché inutile il parere espresso, a pagamento, dai consumatori, e non è la prima volta che si sollevano delle polemiche su questa questione.
Per evitare questo inganno a danno del consumatore, l'Antitrust ha deciso di intervenire chiedendo a Rai ed a Mediaset di intraprendere delle misure che scongiurino questa possibilità.

Nel caso in cui le società non si adegueranno a quanto preteso dall'Antitrust, l’Autorità è pronta ad aprire due procedure sanzionatorie, come affermato ufficialmente dal Presidente Antonio Catricalà.
Precisamente, le richieste avanzate dall'Antitrust alle due importanti società televisive sono queste:
  • prevedere nel Regolamento del televoto l’esclusione delle utenze business tra i soggetti con diritto a partecipare
  • introdurre nelle promozioni delle trasmissioni che utilizzano il sistema del televoto l’indicazione dell’esclusione, appunto, delle utenze business
  • prevedere dei sistemi in grado di riconoscere e di escludere ogni voto proveniente da utenze business.




COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI




LE REAZIONI DEI CONSUMATORI
Il Codacons approva l'intervento dell'Antitrust, sottolineando come la misura dell'Authority nasca proprio da una denuncia dell'associazione. E' opinione del Codacons però che le richieste dell'Antitrust non avranno effetto perchè, a detta del presidente Carlo Rienzi, è impossibile bloccare l'attività dei call center sul televoto, in quanto questi servizi sono in possesso di migliaia di utenze telefoniche sul territorio e possono convogliare i voti verso una preferenza, da diverse aree del Paese.
L'Unica possibilità di successo è che la Guardia di Finanza effettui controlli su tutte le trasmissioni che utilizzano il televoto, cercando di individuare i flussi anomali. In chiusura l'associazione ricorda che l'alterazione del televoto rappresenta una verà e propria truffa a danno dei consumatori.
Anche Federconsumatori e Adusbef commentano positivamente l'iniziativa dell'Antitrust. Le associazioni chiedono però che al fine di aumentare la trasparenza del meccanismo, vengano accettate sole le telefonate che lascino l'impronta del proprio numero di telefono. Questa soluzione lascerebbe spazio di voto alle famiglie, togliendo ogni dubbio sulle manovre spculative per far prevalere una o l'altra preferenza.

   


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente vlima.comvlima.com di flickr per l'immagine




blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed