Mercoledi, 17 Luglio 2019

Back ECONOMIA Categorie Consumatori DENUNCIA DELLE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI CONTRO LE COMMISSIONI DI MASSIMO SCOPERTO

DENUNCIA DELLE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI CONTRO LE COMMISSIONI DI MASSIMO SCOPERTO


bankcommission.gif
Denuncia Delle Associazioni dei Consumatori Contro le Commissioni di Massimo Scoperto | Istituto di Credito |

Adesso la discussione si è accesa veramente: da una parte associazioni dei consumatori, dall’altra le banche. Motivo della querelle? Semplice, le banche vengono accusate di interpretare a “modo loro”, illegittimamente, le nuove norme in tema di istituto di credito e, in particolare, sulle commissioni di massimo scoperto. La legge di riferimento è la 2/2009 e l’articolo in questione è il 2 bis. Tre associazioni dei consumatori si sono unite in un fronte comune: sono Adiconsum, Adoc e Lega consumatori. La accusa rivolta alle banche è essenzialmente quella di fissare delle commissioni varie, senza il consenso della controparte, con gli effetti che i conti di imprese e privati, oltrepassano lo scarto autorizzato o arrivano perfino in rosso. Le tre associazioni sono molto chiare nel puntare il dito contro gli istituti di credito: come in altre, occasioni, vengono create ad hoc delle soluzioni per aggirare la legge ed applicare delle commissioni che in realtà arrivano a valere quasi 15 volte quelle normali. Una vera e propria farsa: i nomi delle commissioni variano e ne nascono di nuovi, con una rapidità quasi quanto quella dei funghi.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Ovviamente questi comportamenti sospetti hanno messo in allarme le varie associazioni dei consumatori, che adesso invitano le imprese e i privati vittime di queste “pratiche furbe”, a presentare un reclamo scritto alla banca, coinvolgendo anche l’Antitrust, potendo poi ricorrere, se la risposta di restituzione del pagamento non venisse accolta dalla banca, anche all’Arbitro bancario finanziario, un istituto che è nato di recente, istituito da Bankitalia. Le associazioni a difesa dei diritti dei consumatori, si rivolgono poi al Parlamento, e la richiesta è quella di cambiare la legge in vigore sulle commissioni sul massimo scoperto, eliminando il doppio pagamento del balzello. Questa modifica alla norma, potrebbe inserita nel decreto MilleProroghe, che si sta discutendo al Senato. Un’altra situazione in cui l’Italia si dimostra un paese in cui la confusione regna padrona e poi non ci stupiamo se la facilità con cui si aggira la legge e la mancanza di appositi controlli diventa una sgradevole abitudine.


[Via: AdiconsumAdiconsum]


RISORSE



CREDIT
Si ringrazia l'utente Truthout.orgTruthout.org di flickr per l'immagine

 

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed