Martedi, 12 Novembre 2019

Back ECONOMIA Categorie Consumatori INCENTIVI PER BICICLETTE E CICLOMOTORI, IN ARRIVO NUOVI FONDI

INCENTIVI PER BICICLETTE E CICLOMOTORI, IN ARRIVO NUOVI FONDI


incentivibicielettr09.gif

Il recente piano di incentivi per biciclette, ciclomotori e veicoli elettrici, messo a punto dal Ministero dell'Ambiente, si è rivelato un vero e proprio successo, con un numero di richieste esagerato, già a partire dalla prima settimana. Ai consumatori è piaciuta soprattutto la proposta relativa alle biciclette, che a differenza degli anni passati, non prevedeva la necessità della rottamazione per ottenere gli incentivi (bonus del 30% del costo del veicolo fino ad un massimo di 700 euro). Il boom di richieste ed adesioni è stato così repentino da spiazzare lo stesso Ministero dell'Ambiente, che aveva previsto di esaurire gli 8,75 milioni di euro stanziati verso la fine dell'anno. Le cose però sono andate diversamente, con oltre 40.000 pratiche validate dopo un solo mese di incentivi, ben 10.400 richieste annullate e oltre 1700 richieste poste in lista d'attesa. Ecco che allora, lo stesso Ministero dell'AmbienteMinistero dell'Ambiente, dopo un piccolo momento di titubanza, ha deciso di rifinanziare gli incentivi, mettendo a disposizione ulteriori 10 milioni di euro. Verrà inoltre riaperta la piattaformapiattaforma che consente ai rivenditori di inoltrare direttamente online le richieste, con il duplice vantaggio di poter monitorare lo stato di avanzamento delle richieste in ragione dell'ammontare dei fondi rimasti a disposizione.

 

Collegamenti Sponsorizzati
 

Il rilancio dell'iniziativa, in virtù del successo della prima tornata di incentivi, mira, secondo gli intenti dello stesso Ministero, a portare entro l'estate 120mila nuove biciclette sulle strade italiane. Questo rifinanziamento degli incentivi ha incontrato il favore dell' ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo motociclo Accessori), che, in un comunicatocomunicato ha ringraziato il Ministero dell'ambiente per la sensibilità mostrata verso le esigenze di migliaia di cittadini interessati ad usufruire degli incentivi, ma esclusi causa l'esaurimento dei fondi. Si tratta ora, si legge nello stesso comunicato, di trovare un accordo col Ministero per aggiustare il tiro sulle categorie dei ciclomotori e dei veicoli elettrici ed ibridi, per i quali gli incentivi non hanno trovato un gran successo nei consumatori. Ridurre e rinnovare il parco di vecchi ciclomotori (oltre 4 milioni di 2 ruote EURO zero e 2 milioni di EURO 1, secondo l'ANCMA) deve diventare una priorità, sia per i benefici che ne trarrebbe l'ambiente, grazie alla significativa riduzione delle emissioni, sia per ciò che riguarda gli aspetti relativi alla sicurezza stradale.


CREDIT
Si ringrazia l'utente PörröPörrö di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed